Ranking ATP/WTA: Rublev n. 8. Balzo Cecchinato

Il russo, che a San Pietroburgo ha conquistato il quarto titolo stagionale, guadagna altre due posizioni. Il palermitano, finalista a Pula, rientra fra i cento, direttamente al n. 77

Andrey Rublev

Quarto titolo stagionale (come lui solo il n. 1 Novak Djokovic) e nuovo career high all’ottavo posto del ranking ATP. Andrey Rublev esce trionfalmente da San Pietroburgo, dove ha aggiunto un altro trofeo alla bacheca del 2020 dopo quelli di Doha, Adelaide e Amburgo.

Il russo, entrato per la prima volta fra i top ten la settimana scorsa, guadagna altre due posizioni, accaparrandosi per il momento quella che vorrebbe dire qualificazione alle Finals di Londra.

Rublev si mette alle spalle Diego Schwartzman (nono; – 1) e Matteo Berrettini (decimo; – 1), che si conferma migliore azzurro. Dietro al romano, fra gli italiani, troviamo Fabio Fognini (16; 0), Lorenzo Sonego (42; 0), Jannik Sinner (46; 0) e Stefano Travaglia (73; – 3).

Rientra di prepotenza tra i cento Marco Cecchinato, che, grazie alla finale raggiunta a Pula, vicino a Cagliari, mette a segno un bel + 26 risalendo al n. 77. Il siciliano vanta un primato personale al sedicesimo posto, toccato nel febbraio 2019, ma era assente dai primi cento dallo stesso mese di quest’anno. Dalla ripresa del circuito sono arrivati risultati assai confortanti, che lasciano ben sperare per il futuro.

Dietro a Cecchinato abbiamo Salvatore Caruso (79; – 2), Gianluca Mager (96; – 5), Andreas Seppi (103; – 1), Lorenzo Musetti (123; + 20 con la semi a Pula, career high), Federico Gaio (133; + 3), Paolo Lorenzi (140; – 6), Lorenzo Giustino (145; – 5), Alessandro Giannessi (160; + 4), Thomas Fabbiano (162; – 2) e Roberto Marcora (179; 0).

In Sardegna a imporsi è stato il serbo Laslo Djere, che compie un balzo di ventuno gradini diventando cinquantatreesimo, comunque ancora lontano dal proprio record (n. 27 nel giugno 2019). Più in alto, si segnalano le risalite di Milos Raonic (19; + 2) e Borna Coric (24; + 3), rispettivamente semifinalista e finalista in Russia.

Cristallizzato il ranking WTA, con il Tour fermo. Le prime italiane, tutte stabili, restano, nell’ordine, Camila Giorgi (74), Martina Trevisan (83), Jasmine Paolini (95), Elisabetta Cocciaretto (131), Sara Errani (137), Giulia Gatto Monticone (164) e Martina Di Giuseppe (189).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Rafael Nadal, 3 Dominic Thiem, 4 Roger Federer, 5 Stefanos Tsitsipas, 6 Daniil Medvedev, 7 Alexander Zverev, 8 Andrey Rublev (+ 2), 9 Diego Schwartzman (- 1), 10 Matteo Berrettini (- 1).

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Simona Halep, 3 Naomi Osaka, 4 Sofia Kenin, 5 Elina Svitolina, 6 Karolina Pliskova, 7 Bianca Andreescu, 8 Petra Kvitova, 9 Kiki Bertens, 10 Serena Williams.