WTA Roma: Begu lascia le briciole a Cocciaretto, tracollo Kerber. Bene Muguruza

Due giorni di torneo a Roma, lato WTA, e Jasmine Paolini è l’unica italiana rimasta in tabellone. Nel Premier 5 capitolino la toscana, ieri vincitrice 6-2 6-3 contro Anastasija Sevastova, sarà opposta al secondo turno contro Simona Halep, numero 1 del seeding e due volte finalista al Foro Italico tra 2017 e 2018.

Dopo la sconfitta di Camila Giorgi nella serata di ieri contro Dayana Yastremska, oggi è arrivata quella di Elisabetta Cocciaretto che non è riuscita a fare più di 4 game contro l’esperta Irina Camelia Begu.

Un peccato per la marchigiana, che aveva ricevuto una wild-card dagli organizzatori ma si era avvicinata a questo grande evento con un percorso più che positivo nelle ultime settimane. Ai quarti di finale a Palermo, infatti, aveva fatto seguito la finale nel WTA 125k di Praga due settimane fa quando fu sconfitta solo contro Kristina Kucova. Il ranking, oltretutto la vedeva in ascesa perché dopo aver infranto il muro delle prime 150 del mondo ora si trovava dentro le prime 130 e questo sorteggio contro una qualificata nascondeva insidie ma poteva considerarsi non chiuso in partenza.

La rumena, invece, malgrado un periodo abbastanza negativo nel recente passato è una che su terra sa giocare e muoversi molto bene, con appoggi stabili e colpi molto ben piazzati. Oggi le sue qualità si sono viste nel 6-2 6-2 finale, con l’azzurra subito in difficoltà nei primi game al servizio che hanno segnato poi il resto della partita, perché se cercava una soluzione in risposta poi era sempre chiamata a rincorrere quando era il momento di servire. Soprattutto, oggi il dritto era tanto falloso, con alcuni momenti dove sembrava perdere il tempo e altri in cui si diceva poi di colpire verso la direzione opposta. Due doppi falli sull’1-3 l’hanno costretta al doppio break di ritardo e in sostanza hanno chiuso il primo set.

Nel secondo ha perso nuovamente la battuta ma ha poi reagito portandosi sull’1-1 e battagliando nel game successivo ma cedendolo dopo diverse situazioni di parità. Begu, confermando sul 3-1, ha ritrovato la superiorità mostrata nel primo parziale e non ha più sofferto nei propri turni di battuta chiudendo con un altro break in suo favore e approdando al secondo turno dove affronterà Johanna Konta.

Altri incontri

Brutta sconfitta per Angelique Kerber. La numero 15 del seeding è stata vittima di una delle sue giornate peggiori, forse accentuate dall’essere su una superficie che mai veramente ha sopportato, però a tratti la tedesca è sembrata molto piantata a terra, senza tanta grinta e con colpi abbastanza morbidi soprattutto perché dall’altra parte della rete c’era Katerina Siniakova che su terra è molto brava nella copertura di campo. Non bastavano, all’ex numero 1 del mondo, le solite aperture di campo con il colpo mancino e ben presto ha mollato la presa sulla partita. Solo sul 5-0 40-0 per la sua avversaria nel secondo set è riuscita a vincere un game per evitare il “cappotto”, ma cambia abbastanza poco nel giudizio finale di una giornata molto negativa.

Fin qui, invece, vanno fortissimo le qualificate. Ieri hanno chiuso con un 3/3 grazie ai successi di Danka Kovinic (6-1 6-0 contro Julia Goerges), Aliona Bolsova (5-7 7-6 6-3 contro Alison Riske) e Anna Blinkova (6-3 6-3 contro Jil Teichmann). Oggi al successo di Begu si è aggiunto quello di Arantxa Rus, che ha fatto benissimo in fase di copertura e contrattacco per far star male, sportivamente, Iga Swiatek sul campo 2. La polacca avrebbe avuto bisogno di molta più pazienza, ma alla quarta accelerazione verso l’angolo rischiava di perdere lucidità, innervosita da un’avversaria abile a rigiocare qualsiasi colpo, profondo e “sporco” dal tanto spin messo. Il finale di primo set e le tante occasioni non colte nei game in bilico a inizio del secondo l’hanno costretta a una sconfitta contro pronostico (7-6 6-3) e ora l’olandese avrà al secondo turno Marketa Vondrousova, numero 12 del seeding, che se l’è vista brutta contro la qualificata Misaki Doi: sul 6-1 4-1 ha perso il filo del suo gioco e la giapponese ha infilato 6 game consecutivi. Ha ripreso immediatamente il turno di battuta perso sul 2-4 ed è arrivata a giocarsela in volata, cedendo solo 6-1 4-6 6-4.

Nel pomeriggio Cori Gauff ha ottenuto la prima vittoria in carriera nel circuito maggiore sulla terra battuta superando Ons Jabeur 6-4 6-3 dopo aver recuperato un 2-4 di ritardo nel primo parziale. Al secondo turno affronterà Garbine Muguruza, che invece nel primo match della sessione serale sul Campo Centrale ha battuto con un doppio 6-3 Sloane Stephens.

Risultati

Y. Putintseva b. R. Peterson 6-4 6-2
[Q] D. Kasatkina vs [WC] V. Zvonareva
K. Siniakova b. [15] A. Kerber 6-3 6-1
[9] G. Muguruza b. S. Stephens 6-3 6-3
C. Gauff b. O. Jabeur 6-4 6-3
[Q] I. C. Begu b. [WC] E. Cocciaretto 6-2 6-2
P. Hercog b. [Q] K. Juvan 4-6 6-4 6-1
[Q] A. Rus b. I. Swiatek 7-6(5) 6-3
[12] M. Vondrousova b. [Q] M. Doi 6-1 4-6 6-4
[14] A. Kontaveit b. C. Garcia 6-3 7-6(1)
S. Kuznetsova b. B. Pera 3-6 7-6(4) 6-3