US Open: Zverev primo finalista

[5] A. Zverev b. [20] P. Carreno Busta 3-6 2-6 6-3 6-4 6-3

Finalmente, qualcuno direbbe. Il predestinato (o almeno, quello che tutti ritenevano tale) ha finalmente raggiunto la sua prima finale. Tra le due semifinali della notte la più sofferta è stata certamente quella che ha visto vincitore Alexandr Zverev (numero 7 del mondo) che ha dovuto rimontare ben due set per avere ragione dello spagnolo Pablo Carreno Busta (n. 25).

Il match si è concluso sul punteggio di 3-6, 2-6, 6-3, 6-4, 6-3 a favore del tedesco, ma davvero è stata una sofferenza atroce a dir poco. Già dalla vigilia si era capito che lo spagnolo potesse giocare qualche brutto scherzo, e per poco non c’è riuscito.

Il 29enne iberico infatti già era stato aiutato dalla fortuna a superare lo scoglio di re
Djokovic, nel modo che tutti ormai conosciamo, la cui squalifica gli ha spianato la strada al turno successivo. Poi però Pablo ha tirato fuori gli artigli e fatto fuori con un grandissimo match il canadese Denis Shapovalov dopo una maratona di 4 ore.

Uno sforzo che probabilmente ha avuto il suo peso nel crollo di stanotte con Zverev nella parte finale della partita. Fatto sta che dopo aver dominato due set, Carreno ha sofferto il colpi del tedesco e non è più riuscito a ribattere colpo sul colpo. Da parte sua Sasha ha decisamente sbagliato meno, acquistato fiducia e capito che l’impresa era possibile. Ora con Thiem, amico da una vita, non sarà favorito di certo, ma chissà che il suo destino, quello del Predestinato, non inizi all’improvviso a prendere forma.