WTA Lexington: Rogers sorprende Serena Williams. Prima rimonta subita dopo 75 successi

Serena Williams in carriera vantava un record di 101 vittorie e 3 sconfitte contro giocatrici fuori dalla top-100. Di quelle tre sconfitte, la prima è giunta nel 1995 quando giocava le qualificazioni del suo primo torneo WTA in carriera. Aveva da poco compiuto 14 anni, era in Quebec, Canada, e fu superata al primo turno delle qualificazioni contro Anne Miller.

L’ultima volta fu al Roland Garros 2012, la partita che spesso viene citata perché al di là della enorme sorpresa generata da Virgine Razzano ci fu anche la storia della francese che dedicava il successo all’allenatore scomparso poco tempo prima.

Oggi questa striscia viene improvvisamente aggiornata, perché dopo 8 anni Serena è tornata a perdere contro una tennista classificata oltre la top-100. A Lexington, infatti, l’ex numero 1 del mondo si è fatta superare da Shelby Rogers con una sfida che sembrava nelle sue mani per un set e tre quarti: 6-1 4-4 e un buon controllo del gioco tra servizio e colpi da fondo. Rogers, che rientrerà in top-100 dopo anni difficili a seguito del grave infortunio al ginocchio, ha trovato un sorprendente break che ha rinviato la partita al terzo, lì dove è stata punto a punto fino allo scadere.

Rogers usava molto meglio la propria potenza e trovava più angoli col dritto, cominciando effettivamente a muovere di più la sua avversaria non più brillante nei movimenti. Qualche buona soluzione nel game sul 5-4 e così incredibilmente si aprivano le porte del set decisivo. Era la terza partita su altrettante giocate fin qui da Serena che si protraeva fino al terzo parziale e al di là di qualche momento è parso abbastanza chiaro come l’andamento avrebbe portato al tie-break. Zero palle break concesse da entrambe, pochi game con qualcosa da raccontare, e dunque tie-break con Serena che dal 3-1 combinava un piccolo macello perdendo due servizi di fila. Malgrado un po’ di normale pressione, Rogers ha tenuto duro e sul secondo match point si è guadagnata la vittoria più importante della carriera.

In semifinale avrà Jil Teichmann, che si è liberata forse in maniera sorprendente (se non altro nell’andamento) di Cici Beliis. Teichmann aveva la partita in pugno fino al 6-2 5-2, poi sul 5-3 ha mancato la chiusura con un lunghissimo game al servizio dove ha anche avuto 6 match point ma sul 5-4 è riuscita comunque a prendersi un settimo match point e realizzarlo anche con l’aiuto del nastro.

Risultati

S. Rogers b. [1] S. Williams 1-6 6-4 7-6(5)
J. Teichmann b. [SR] C. Bellis 6-2 6-4
J. Brady b. M. Bouzkova 6-1 6-2