4 italiane agli ottavi di un torneo WTA: è il numero più alto da 7 anni

photo credit: @Jimmie48/WTA

Siamo in un torneo International, certo. Di fronte a noi abbiamo un tennis tutto da riscoprire con e gli scenari ancora tutti da bilanciare nella ripresa dopo lo stop forzato di quasi cinque mesi, verissimo. Questa ripartenza a Palermo però sta dando qualche sorriso alla truppa azzurra, che ha piazzato tutte le proprie rappresentanti al secondo turno.

Sono quattro tenniste agli ottavi, tra le migliori 16 del tabellone siciliano. Una piccola ma piacevole soddisfazione, soprattutto perché tra loro abbiamo un gruppo molto variegato passando dalla enorme esperienza di Sara Errani alla gioventù “sfrenata” di Elisabetta Cocciaretto che proprio a Palermo ha vinto il suo primo match in un tabellone principale WTA.

Era da tanti anni che non capitava di avere quattro rappresentanti a questo punto del tabellone. Nel periodo più recente abbiamo “sofferto” l’assenza di un gruppo abbastanza numeroso e spesso abbiamo avuto solo Camila Giorgi nei tornei del circuito maggiore. Il blocco storico composto da Errani, Roberta Vinci, Francesca Schiavone e Flavia Pennetta si è sgretolato a partire dal ritiro della brindisina a fine 2015 e da lì in poi le soddisfazioni sono state poche, tanto che Jasmine Paolini lo scorso autunno è diventata la prima azzurra a entrare in top-100 nello scorso decennio.

Una pattuglia così numerosa, a conti fatti, non si verificava da sette anni esatti. Era il torneo di Palermo del 2013, l’anno in cui in finale vinse Vinci contro Errani. Agli ottavi in quella edizione oltre alle due atlete c’erano anche Karin Knapp, Corinna Dentoni e Nastassija Burnett. Le ultime tre persero le rispettive sfide. Adesso, nel 2020, abbiamo ancora Errani accompagnata da Paolini, Cocciaretto e Camila Giorgi. Non vogliamo parlare di grande traguardo, ma dopo tante delusioni sportive attraversate negli ultimi tempi questo può essere un dato interessante.