Djokovic attacca: “Contro di me c’è una strategia, è una caccia alle streghe”

Novak Djokovic risponde alle critiche dovute al suo Adria Tour, dove lui, sua moglie e altri tennisti come Dimitrov e Troicki sono risultati positivi al coronavirus.

Anzi, il n.1 del mondo attacca: “Ultimamente tutto ciò che ho visto su di me è stata una critica spietata e molto maliziosa. Mi sembra ovvio che questa risponda a una strategia, una specie di caccia alle streghe nei miei confronti. Credo sia pese che quando succede qualcosa, una persona deve pagare ed è sempre interessante quando la persona in questione da incolpare è un grande nome”.

Il serbo ha poi parlato dei suoi piani per il 2020. “Il calendario in questa stagione? Posso assicurare che non giocherò Washington, mentre Cincinnati sarebbe in programma solo se io partecipassi ai prossimi Us Open. A dire il vero però non so ancora se parteciperò agli Us Open. È certo che giocherò il Roland Garros e ho in mente di giocare anche Madrid e Roma. Il nuovo metodo di punteggio? Credo sia una cosa corretta”