Sonego e Paolini conquistano i campionati italiani assoluti

Lorenzo Sonego e Jasmine Paolini sono il nuovo campione e la nuova campionessa d’Italia. Nella finale dei Campionati Italiani Assoluti, andati in scena al Tennis Club Todi 1971, il numero 46 ATP ha battuto Andrea Arnaboldi con il punteggio di 6-4 6-3 in un’ora e 46 minuti di gioco, mentre la numero 95 WTA, avanti 6-5 nel primo set dell’ultimo atto del torneo contro Martina Trevisan, ha approfittato del ritiro dell’avversaria per presunto stiramento al bicipite femorale destro.

Incontenibile la gioia di Sonego: “Ho vinto partite sofferte sin dal primo turno, ho rischiato di tornare subito a casa ma con cuore e grinta ho recuperato (contro Andrea Pellegrino al primo turno ha annullato 3 match point consecutivi, ndr). Volevo far bene e sono riuscito ad alzare il livello partita dopo partita: in finale ho giocato alla perfezione, era necessario per battere Arnaboldi che ha disputato un grande torneo. Questo titolo è il frutto del lavoro delle ultime settimane, sono contentissimo”. L’allievo di Gipo Arbino rimane in Umbria per un’altra sfida: “Ora c’è il torneo di Perugia, poi se tutto andrà bene partirò per l’America. Intanto mi godo questo successo che dedico alla mia ragazza, alla mia famiglia, al mio team e a chi ogni giorno crede in me e mi permette di migliorare”. In conclusione i complimenti all’organizzazione di MEF Tennis Events e della Federazione Italiana Tennis: “Non credevo di trovare un torneo organizzato così bene dopo tutto quello che abbiamo vissuto i mesi scorsi. Organizzazione pazzesca, campi molto buoni, il circolo lo conoscevo già: faccio i complimenti a chi ha reso possibile tutto questo”.

Più contenuta, vista la dinamica della vittoria, l’emozione di Paolini: “Sinceramente non me l’aspettavo. È stato un primo set molto tirato, senza break e con molta tensione. Durante il dodicesimo game mi sono girata e Martina mi ha detto di essersi fatta male: mi dispiace, avrei preferito vincere diversamente. Il titolo mi rende felice, soprattutto pensando ai primi match in cui non ho avvertito buone sensazioni in campo. Ora mi sento molto meglio, ho giocato 4 partite: mettere incontri sulle gambe era uno dei miei obiettivi. Da piccola sognavo di vincere i Campionati Italiani: ci sono riuscita da under 16 e sono contenta di esserci riuscita anche qui”. Anche la nuova reginetta del tennis italiano si è congratulata con l’organizzazione: “Dal punto vista organizzativo è stata davvero una settimana perfetta, compreso il discorso sicurezza. Mi sono trovata benissimo, non hanno fatto mancare nulla a noi giocatori”. E poi la programmazione: “Giocherò il torneo di Palermo, che mi piace molto e di cui ho ottimi ricordi legati alla passata stagione, poi la trasferta americana. Spero di continuare così, sfruttando al meglio i match disputati a Todi e quelli che giocherò in Serie A”.