Il giro del mondo di Dimitrov, i rifiuti per i test, il caos: e Murray bacchetta Djokovic

Emergono nuovi particolari sulla confusionaria vicenda del torneo esibizione Adria Tour, organizzata da Novak Djokovic. Finita, almeno per ora, con 3 tennisti positivi al coronavirus (Dimitrov, Coric e Troicki). Più altri che hanno preso anche loro il Covid-19 (il preparatore Panichi, il coach di Dimitrov Groh e la moglie di Troicki, incinta). A ricostruire un pò più approfonditamente la vicenda un sito serbo.

Pare intanto che Dimitrov abbia girato 4 stati in 20 giorni, e dunque non si sa ancora bene dove l’abbia contratto (USA, Serbia, Bulgaria, Croazia? Noi azzardiamo: magari Stati Uniti…). Lo stesso bulgaro poi pare abbia rifiutato 2 volte il test: la prima non obbligatoria quando è arrivato dagli Usa alla Serbia, la seconda quando è arrivato in Croazia e mostrava qualche sintomo di affaticamento. Dimitrov voleva giocare domenica contro Djokovic, il manager però, pare, lo abbia letteralmente costretto a venire via (il test l’ha fatto poi a Monte Carlo, risultando positivo). Il semifinalista degli Us Open tra l’altro non stava già bene nei giorni precedenti.

Djokovic voleva essere informato lui e gli organizzatori per primi invece di fare quello che il bulgaro ha fatto via Twitter, cioè annunciare la sua positività,  ma il manager di Grigor non si riusciva a rintracciare.

Inoltre pare che anche Ivanisevic si sia sentito male, giovedì scorso, ma lui ha fatto il test ed è risultato negativo. Nel frattempo, per rendere ancora più assurda la situazione, pare che Zverev sia già stato beccato a infrangere il suo auto-isolamento: il tedesco, però, era risultato negativo.

Nel frattempo anche Andy Murray ha bacchettato, sebbene quasi in maniera affettuosa, Djokovic: “Abbiamo un ottimo rapporto, ma questo non va bene ed è una brutta immagine per il tennis. Quando ci troviamo in una situazione come questa è importante che i migliori tennisti come Novak diano l’esempio e mostrino a tutti coloro che lo seguono quanto sia serio e importante questo problema”.