Coronavirus, per il Roland Garros ipotesi porte chiuse

Rinviato a settembre a causa della pandemia di coronavirus Covid-19, il torneo del Roland Garros si potrebbe svolgere porte chiuse. “Non escludiamo alcuna opzione. Sarebbe una maniera per favorire la sua visibilità”, ha detto Bernard Giudicelli in un’intervista con il “Journal du dimanche”.

Possibile che il via del torneo sulla terra rossa parigina slitti anche di una settimana. “20 o 27 settembre, non cambia molto”, ha detto il presidente della federtennis transalpina. Ma “organizzarlo a porte chiuse consentirebbe l’esecuzione di parte del modello economico, dei diritti televisivi e del partenariato. Questo non deve essere trascurato” ha osservato Giudicelli.