Coronavirus, Roland Garros e Us Open non si pestano i piedi: ecco perchè

Un ulteriore slittamento per non pestare i piedi agli Us Open, ma anche al Tour de France. Secondo “Le Parisien” c’è la possibilità che il Roland Garros, che normalmente si sarebbe dovuto svolgere dal 18 maggio al 7 giugno e che è stato riprogrammato, a causa del coronavirus, dal 20 settembre al 4 ottobre, slitti ancora di una settimana e si disputi dal 27/9 all’11/10.

Gli organizzatori starebbero lavorando insieme alla Federazione francese, ad Atp e Wta, per rivedere le date e dare un’ulteriore settimana di recupero ai giocatori reduci dagli US Open, al momento in programma tra il 31 agosto e il 13 settembre, e magari inserire altri due tornei europei al calendario.

Inoltre un inizio domenica 27 settembre e non la settimana precedente, eviterebbe che la data del 20 coincida con la chiusura del Tour de France, un sollievo anche per l’organizzazione delle misure di sicurezza e per il dispiegamento delle forze dell’ordine, ma anche per France TV, emittente che ha i diritti dei due eventi oltre alle 24 ore di Le Mans, gara in programma il 19 e 20 settembre.