Matteo Berrettini: “Cari amici, vi scrivo…”

Matteo Berrettini

Che Matteo Berrettini fosse un ragazzo maturo, lo avevamo già capito da un po’. Dal modo in cui sta in campo, dalla sue parole dopo ogni partita, dalla reazione alle vittorie e, soprattutto, alle sconfitte. Consapevole dei propri mezzi, consapevole del lavoro e della crescita che ancora lo attendono.

Così, anche in questo momento difficile, il 23enne romano decide di scrivere una lettera sui tempi che stiamo attraversando, in cui una pandemia sta mettendo in ginocchio tutto il mondo.

Matteo affida i suoi pensieri a Instagram e al web, messaggero dei tempi moderni. Riflessioni ponderate, affatto banali, ancora una volta, mature. Un invito ad ascoltare gli esperti, che ci stanno guidando in questa lotta, a seguire le regole in maniera disciplinata, a non mollare e tirare fuori il meglio di sè per poter vincere anche questa battaglia. Un po’ come in una partita a tennis.

“Ei gente,
Vi scrivo come si fa con gli amici….sto cercando di capire cosa stia succedendo, penso, rifletto e molto spesso mi incastro.
Per quanto io mi sforzi di arrivare ad una risposta convincente, mi sembra che ci sia solo una cosa da fare, ascoltare gli esperti e quindi rispettare le distanze fisiche, ma allo stesso tempo rimanere uniti con i nostri animi.
Dovremo essere disciplinati, resilienti e allo stesso tempo sensibili. Servirà disciplina per rispettare le regole, resilienza per non mollare in nessuno istante e sensibilità per capire che è una situazione che non va sottovalutata. Così riusciremo a combattere e sconfiggere questo virus.
Cerchiamo di aiutarci l’un l’altro come faremmo con la nostra famiglia, rispettiamo le regole e sfruttiamo questo momento per riposarci e pianificare quello che sarà il nostro futuro dopo che tutto questo sarà finito. So benissimo che sarà dura, ma cerchiamo di tirare fuori il meglio da questa situazione, so che ognuno di voi ha il potenziale per farlo.
È il momento perfetto per dimostrare di che pasta siamo fatti, usiamo la nostra intelligenza e il tempo a disposizione per uscire più forti di prima.
Il mio pensiero va alle persone che combattono in prima linea negli ospedali e a tutte le famiglie colpite da questa situazione. Ora sono io che faccio il tifo per voi!
Forza!
Mat.”

View this post on Instagram

Ei gente, Vi scrivo come si fa con gli amici….sto cercando di capire cosa stia succendo, penso, rifletto e molto spesso mi incastro. Per quanto io mi sforzi di arrivare ad una risposta convincente, mi sembra che ci sia solo una cosa da fare, ascoltare gli esperti e quindi rispettare le distanze fisiche, ma allo stesso tempo rimanere uniti con i nostri animi. Dovremo essere disciplinati, resilienti e allo stesso tempo sensibili. Servirà disciplina per rispettare le regole, resilienza per non mollare in nessuno istante e sensibilità per capire che è una situazione che non va sottovalutata. Così riusciremo a combattere e sconfiggere questo virus. Cerchiamo di aiutarci l'un l'altro come faremmo con la nostra famiglia, rispettiamo le regole e sfruttiamo questo momento per riposarci e pianificare quello che sarà il nostro futuro dopo che tutto questo sarà finito. So benissimo che sarà dura, ma cerchiamo di tirare fuori il meglio da questa situazione, so che ognuno di voi ha il potenziale per farlo. È il momento perfetto per dimostrare di che pasta siamo fatti, usiamo la nostra intelligenza e il tempo a disposizione per uscire più forti di prima. Il mio pensiero va alle persone che combattono in prima linea negli ospedali e a tutte le famiglie colpite da questa situazione. Ora sono io che faccio il tifo per voi! Forza! Mat . . Photo 📸 @aratayamaoka

A post shared by Matteo Berrettini (@matberrettini) on