Coronavirus: niente Fed Cup Finals (e playoff), Budapest rinvia l’evento

Quest oggi il governo ungherese, che aveva registrato 13 casi di coronavirus, aveva non solo dichiarato uno stato di emergenza ma anche emesso una direttiva per cui si vietavano gli eventi indoor con più di 100 persone.

Con la prima edizione delle Fed Cup Finals in programma tra il 14 e il 19 aprile alla Laslo Papp Arena di Budapest, il tempo era veramente stretto e la competizione femminile a squadre per nazioni ha reagito molto velocemente con un comunicato apparso sui propri profili social.

Non si parla ancora di “cancellazione”, ma di “posticipazione” dell’evento. L’intento, ovviamente, sarà quello di provare in tutti i modi a far giocare non solo le Finals del nuovo formato a 12 squadre ma anche gli otto playoff sparsi in giro per il mondo. Bisogna decretare i nomi delle squadre che saranno qualificate automaticamente all’edizione 2021 e chi invece saranno le retrocesse nel Gruppo 1, oltre ovviamente alla nuova nazionale campionessa. E nei playoff servirà avere i nomi delle otto nazionali che giocheranno le qualificazioni alle Finals 2021.

Servirà avere però una data chiara, in un calendario al momento molto fitto ma che, come dicevamo, potrebbe essere a breve stravolto dalla situazione di grande preoccupazione a livello mondiale per il virus che ha contagiato oltre 120.000 persone e ha già portato all’annullamento di un altro grande evento come Indian Wells.

(aggiornamenti a breve)