ATP New York: Lorenzi si ferma, Seppi aspetta Isner

Non ce l’ha fatta Paolo Lorenzi a ripetere il risultato dello scorso anno, quando a New York si era fermato solo ai quarti di finale. Il giovane Miomir Kecmanovic, ventenne di cui si parla poco ma che è in buona crescita e potrebbe raggiungere il suo best ranking se riuscisse a superare un altro giovane promettente come Ugo Humbert, si è dimostrato ostacolo troppo arduo per il generoso Lorenzi attuale. La partita ha avuto un solo sussulto, verso la fine del primo set, quando Lorenzi ha recuperato immediatamente il break subito nel sesto game, ma con un parziale di 7 punti a 1 il serbo è arrivato a set point, e alla seconda occasione ha chiuso il parziale.  Lorenzi ha cominciato in salita anche il secondo set, perdendo subito il servizio e ha fatto l’ultimo sforzo nel secondo, ma Kecmanovic ha annullato due palle break di fila e la partita è in sostanza finita lì, con l’ultimo game buono solo per le statistiche.

Le soddisfazioni per i colori italiani sono arrivati dal solito Andreas Seppi, che dopo la maratona contro Dzumhur ha sconfitto con autorità Steve Johnson. Primo set sull’ottovolante con Seppi che brekkava nel game di apertura lo statunitense, per poi cedere quattro game di fila e andare sotto 4-1. Seppi recuperava il break ma nell’ottavo game cedeva ancora il servizio e mandava Johnson a servire per il set. Il buon Steve emulava Seppi e lo rimetteva in gara, e al tiebreak finiva col pagare il giusto dazio, perché Seppi diventava molto solido e dal 3-1 non perdeva più un punto alla battuta, chiudendo per 7-4. Secondo set più regolare, perché Seppi andava 3-0 e poi si trovava a servire una prima volta per il match sul 5-1. Nonostante il 40/0 e i relativi tre match point di fila Johnson riusciva a tirarsi fuori dalla buca e grazie ad un parziale di 9-1 ad avvicinarsi fino al 3-5. Troppo esperto Seppi per correre ulteriori rischi, e game chiuso a zero. Nei quarti di finale Andreas aspetta verosimilmente Isner, testa di serie numero 1 del torneo, anche se il match contro Jared Thompson non è del tutto scontato.

In serata sconfitta sorprendete di Milos Raonic, superato dal coreano Kwon in tre combattutissimi tre set.

Secondo turno

A. Seppi b. S. Johnson 7-6(4) 6-3
[6] M. Kecmanovic b. [Q] P. Lorenzi 6-3 6-3
[4] U. Humbert b. M. Giron 6-1 6-0
S. Kwon b. [2] M. Raonic 7-6(4) 6-7(4) 6-4