WTA Brisbane, Piatti: “Ho accettato al volo la proposta di Sharapova. Molto sorpreso da lei”

Come giudichi questi primi mesi di lavoro con Maria Sharapova? Per abitudine non ti era ancora capitato di seguire una giocatrice professionista.
No, vero, ma quando capita un’opportunità come questa non puoi non prenderla. Non ci pensi neanche due volte, la accetti al volo. A me interessava conoscere la persona perché credo che questi giocatori hanno delle qualità in più, e sono stato molto felice. Lei è arrivata verso il 10 di settembre a Bordighera e si è allenata tanto. È andata via per un periodo poi è tornata. Si è allenata con me, poi con Dalibor Sirola e Claudio Borsimaglia e poi è venuto anche il suo allenatore, che è Alex Kuznetsov. Abbiamo fatto un ottimo lavoro, ma il problema è per primo che a lei mancano match, e seconda cosa che ha un problema alla spalla che purtroppo le impedisce di esprimersi in certi momenti come vorrebbe.

Come si può trattare, da un punto di vista tecnico, un’atleta che ha una storia clinica un po’ pesante sulla spalla?
Mah, tutti questi atleti che hanno vinto tanto nel corso delle loro carriere hanno qualche problema. È un’altra esperienza per me ed è importante per tutto il team. L’obiettivo di quest anno è gestire questa situazione. Tu immagina uno come Nadal, anche lui ha questa situazione e il suo team è in grado di gestire la cosa e prepararlo al meglio. Lo stesso poi vale però per Djokovic, Federer… Tutti i giocatori che hanno giocato tanto e stanno da tanto nel circuito, hanno dietro di loro dei team che sanno gestire la loro situazione. Questo è il primo obiettivo che ho con lei.

Come è stato il suo approccio all’accademia? È un ambiente molto diverso rispetto a quello che frequentava primae l’abbiamo vista condividere tanti momenti con voi.
Sì, sì. Ero veramente molto sorpreso e alla fine sono stato molto contento di questo. Ho trovato un atteggiamento molto piacevole da parte sua, soprattutto disponibile.

Sharapova, in conferenza stampa, quasi rideva ripensando al video di buon Natale fatto con Jannik Sinner, dicendo: “Mai mi sarei immaginata di trovarmi a fare una cosa simile”.