Il 2020 parte male per Sinner, eliminato all’esordio nel Challenger di Canberra

Non è iniziato nel migliore dei modi il 2020 per Jannik Sinner.

Nell’”Apis Canberra International”, ricco torneo Challenger ATP dotato di un montepremi di 162.480 dollari che si sta disputando sul cemento di Bendigo, in Australia, a causa degli incendi che da giorni stanno devastando Canberra e altre zone del Paese, il 18enne di Sesto Pusteria, numero 78 del ranking mondiale e terza testa di serie, nella notte italiana è stato eliminato al secondo turno (per lui l’esordio) dal finlandese Emil Ruusuvuori per 6-3 6-4 in poco più di un’ora di partita.

Una sconfitta inattesa per il tennista seguito da Riccardo Piatti, che ha steccato la prova generale in vista del primo Slam dell’anno, gli Australian Open, in programma dal 20 gennaio al 2 febbraio a Melbourne, dove sarà al via nel tabellone principale. Domani esordirà direttamente al secondo turno anche Andreas Seppi, numero 71 del ranking e secondo favorito del seeding: il 35enne di Caldaro troverà dall’altra parte della rete il cinese Zhe Li, ripescato in tabellone come lucky loser.