Australian Open, qualificazioni: Musetti, esordio vincente. Viola al terzo turno

Esordio vincente in un torneo Slam per Lorenzo Musetti, uno dei più attesi nel tabellone di qualificazioni maschili visto il titolo di campione dell’edizione junior nel 2019. Proprio per questo ha ricevuto automaticamente una wild-card.

Il ragazzo del 2002 si è imposto nettamente contro Amir Weintraub per 6-2 6-1 e siamo riusciti a strappargli due dichiarazioni nell’immediato post partita: “Devo dire che è stato un bell’esordio, perché il mio avversario era diverso da Chung, nettamente. Sul livello fisico, tattico, era il suo ultimo torneo visto che ora si ritira… Ma rimaneva comunque uno esperto, 33 anni e da una vita nel circuito ed era da prendere con le pinze. Ho fatto un ottimo inizio e sono contento della partita che ho fatto. Stiamo lavorando su certe cose che oggi sono riuscito a mettere in pratica e dunque sono molto felice. Per quanto riguarda le condizioni oggi erano completamente diverse rispetto ai giorni passati perché non c’era fumo e si respirava bene. Non c’era neanche il caldo opprimente di ieri”. E a proposito delle condizioni degli ultimi giorni, Musetti ha dichiarato: “Non è stato facile allenarsi qui nei giorni scorsi, in certi orari non era nemmeno possibile farlo perché non te lo permettevano. L’aria era molto diversa e pesante, anche gli occhi sentivo che bruciavano a volte. Non so proprio come abbiano fatto gli altri ragazzi a giocare, veramente. Io l’ho scampata, meno male”.

Giornata in chiaro scuro, però, per i tennisti italiani impegnati a Melbourne nelle qualificazioni al torneo maschile dell’Australian Open. Soltanto Matteo Viola infatti è riuscito a raggiungere il turno decisivo dopo il successo 7-6(6) 6-4 contro Maxime Janvier.

Tra gli eliminati spicca Paolo Lorenzi, che ha perso in 3 ore contro Lukas Rosol mancando due match point nel tie-break del secondo set e uno 0-40 in risposta sul 5-5 al terzo perdendo 6-7(4) 7-6(9) 7-5. Incredibile sconfitta anche per Gianluca Mager, che ha smarrito il filo del match dal 4-0 in suo favore nel terzo set contro Marc Purcell. Sono stati sei i game consecutivi per un australiano molto acceso, che ha accompagnato ogni punto con esultanze vivaci e in un momento, dopo un ace per cancellare la palla del 5-4 Mager e servizio, ha messo il dito davanti alla bocca come a chiedere “silenzio”. Non si era capito verso chi fosse rivolto. 

Risultati

Secondo turno

[10] N. Gombos b. R. Marcora 6-2 6-4
L. Rosol b. [12] P. Lorenzi 6-7(2) 7-6(9) 7-5
M. Purcell b. [13] G. Mager 6-3 4-6 6-4

Primo turno

[24] F. Bagnis b. S. Napolitano 6-3 6-4
[WC] L. Musetti b. [ALT] A. Weintraub 6-2 6-1
L. Giustino b. Y. Bai 6-3 7-5