Australian Open, la Sharapova: “Non so se verrò qui il prossimo anno”

“Se sarò qui il prossimo? Non lo so, davvero non lo so. Ringrazio Tennis Australia per avermi permesso di essere qui e ringrazio il mio team che ha lavorato con me in questa settimane, ma davvero non so cosa succederà nei prossimi dodici mesi”.

E’ una Maria Sharapova sconsolata, e non potrebbe essere altrimenti, dopo l’ennesima sconfitta al primo turno, questa volta per mano di Donna Vekic: 6-3 6-4 senza alcuna discussione.

L’ex numero uno del mondo, che per la prima volta parla apertamente di una possibilità di chiuderla qui o quantomeno di essere abbastanza confusa sul da farsi,  era arrivata a Melbourne arrivata da Riccardo Piatti e con una wild card, da numero 360 al mondo, e proprio questa classifica non dà (WC a parte) molte opportunità alla russa di giocatore tornei importanti: “Non so cosa farò ora, devo parlarne con Riccardo (Piatti, l’allenatore ndr). Sono molto soddisfatta del mio lavoro con lui”. Due parole anche su Jannik Sinner: “Ho passato del tempo con lui in offseason, mentre mi allenavo da Piatti. E’ strano vedere come tutti gli occhi siano puntati su di lui, ma anche divertente in un certo senso. Ha una grande personalità”.