ATP Cup, Nadal contro alcuni tifosi serbi: “Non c’era rispetto con una parte del pubblico”

Finale a nervi molto testi tra Spagna e Serbia nella prima edizione dell’ATP Cup.

Quando in campo c’erano Novak Djokovic e Rafael Nadal, il pubblico (o almeno una parte) di fede serba è andato oltre le righe nelle varie fasi del match vinto dal numero 2 del mondo 6-2 7-6.

Pochi giorni fa gli stessi serbi erano stati presi di mira da Denis Shapovalov e Carlos Bernardes, l’arbitro, che a un certo punto della sfida tra il canadese e Djokovic era stato costretto a uscire dal protocollo professionale e richiamare duramente una parte del pubblico presente a Sydney urlando: “Questa è una partita di tennis e la prima cosa che si chiede è il rispetto”.

Oggi, a margine della partita, Nadal si è presentato in conferenza stampa e ha raccontato la sua versione. Commentando l’episodio del confronto col pubblico avversario, il numero 1 del mondo ha detto: “Alle volte le persone da altri paesi… loro probabilmente non capiscono come funziona il tennis. Loro pensano sia football. L’atmosfera nel tennis è diversa. A un certo punto il rispetto con una piccola parte del pubblico non c’era (più, nda)”.