ATP Cup: a Kyrgios basta essere normale, Zverev è ancora nel 2019

Australia-Germania 2-0

N. Kyrgios b. J.L. Struff 6-4 7-6(4)
A. de Minaur b. A. Zverev 4-6 7-6(3) 6-2

Alexander Zverev ha forse voluto togliere l’onore del palcoscenico ad un Nick Kyrgios più preoccupato dalla piega che stanno prendendo gli incendi nella sua Canberra che da Jan Lennard Struff, tipo di giocatore contro cui non raramente l’australiano finisce per spazientirsi. Non è andata così stavolta perché Kyrgios ha giocato un match impeccabile al servizio, anche se sulla risposta ha tradito i soliti problemi degli ultimi anni, quasi mai rendendosi pericoloso. Ad ogni modo Nick ha trovato un break nel quinto game che gli ha consentito di andare avanti per un set e nel secondo ha atteso con pazienza il tiebreak, rischiando . poco – solo nel decimo game che ha chiuso ai vantaggi. Il servizio di Kyrgios oggi ha funzionato alla perfezione anche nel tiebreak, così quando è arrivato il minibreak nel settimo punto, grazie ad un pallonetto di grande bellezza giocato con grande facilità di braccio, il match è praticamente finito, chiuso formalmente dagli ultimi due ace.

Ma come si accennava all’inizio l’impresa della giornata è di Alexander Zverev che contro de Minaur ha perso la solita partita già vinta, come tante volte è accaduto lo scorso anno. La cosa preoccupante è il ripetersi di situazioni di gioco – e di punteggio – che sembrano seguire misteriosi bioritmi di Sascha. Che è partito fortissimo, è andato avanti 5-2 col doppio break e poi ha avuto bisogno di 7 set point per chiudere il primo parziale, rischiando di subire l’intera rimonta, considerata la palla break salvata sul 5-4.
Nel secondo set  Zverev è partito come nel primo e di nuovo si è trovato con due palle break sul 4-2 a proprio favore. De Minaur si è attaccato a quel servizio e poi, senza che niente lo potesse fare intuire, è riuscito a pareggiare i conti nell’ottavo game. I due hanno rimandato l’esito della contesa al tiebreak e mentre de Minaur non ha sbagliato più niente Zverev è tornato preda dei suoi tormenti, cedendo due volte il servizio e quindi il set.
Nel terzo set   Zverev ha smesso di giocare ed è precipitato 0-4 15-40 ma ci ha messo un po’ di orgoglio e almeno ha portato a casa due game. Tutto francamente sconcertante.

Dopo la vittoria netta del Canada sulla Grecia la Germania è praticamente fuori, ma questo è per ora l’ultimod ei problemi di Sascha.