WTA Finals Shenzhen, scenari del Gruppo Rosso: tutte in gioco, possibile il conteggio game

Con il successo nell’ultima partita odierna, Belinda Bencic è rimasta in vita nel Gruppo Rosso delle WTA Finals di Shenzhen, dirette verso l’ultima giornata senza ancora giocatrici qualificate o eliminate. Anche Petra Kvitova, grazie al set vinto oggi, può sperare di tornare in corsa.

Il forfait di Naomi Osaka ha creato un buco importante, dove si è inserita Kiki Bertens che vincendo contro Ashleigh Barty può addirittura passare il girone e farlo da prima del raggruppamento.

La tabella mostra infatti un particolare in comune con tutte le quattro giocatrici coinvolte: chi vince, passa il turno. Indipendentemente che sia prima o seconda. L’unico caso che complica la vicenda è Bertens che batte in tre set Bencic e Kvitova che fa altrettanto contro Barty. Ma a quello ci arriveremo.

La classifica ora recita

1. Barty, 1 partita vinta 1 partita persa, 3 set vinti 3 set persi, 30 game vinti 25 game persi
2. Bencic, 1 partita vinta 1 partita persa, 3 set vinti 3 set persi, 23 game vinti 30 game persi
3. Bertens, 1 partiva vinta 0 partite perse, 2 set vinti 1 set perso, 15 game vinti 13 game persi
4. Kvitova, 0 partite vinte 2 partite perse, 2 set vinti 4 set persi, 28 game vinti 32 game persi

Dunque, la prima regola del Round Robin considera avanti chi ha più vittorie, e in caso di arrivo con più giocatrici coinvolte bisogna guardare il numero di partite giocate. Questo secondo fattore impedisce qualsiasi speranza di passaggio del turno a Bertens in caso di sconfitta contro Bencic giovedì (finirebbe a pari con Barty e Kvitova se la ceca dovesse imporsi, ma avrebbe pur sempre una partita in meno). Petra, pur uscita con le ossa malconce oggi, deve battere Barty e in caso passerebbe il turno per seconda perché dal gruppo di 3 giocatrici appaiate Kiki verrebbe subito esclusa per aver giocato una partita in meno e a quel punto, tra Kvitova e Barty, si tiene conto dello scontro diretto nel girone, appunto in questo caso a vantaggio della bi-campionessa di Wimbledon.

Bertens, per passare il girone, deve battere Bencic. Se Kvitova, in questo caso, batterà Barty allora l’olandese chiuderà da prima nel raggruppamento e qui si potrebbe creare l’unica opzione veramente scomoda. Con Bertens vincente in 3 e Kvitova vincente in 3 l’olandese sarebbe prima e per trovare la seconda si dovrebbe guardare la percentuale di game vinti tra Barty, Kvitova e Bencic, tutte ferme a 1 vittoria e 2 sconfitte e 4 set vinti contro 5 persi. Da questo punto di vista, la svizzera è piuttosto in difficoltà visti tre set persi 6-1, 6-1 e 6-2.

Barty, in caso di vittoria, passerebbe sicuramente da numero 1 del raggruppamento. In caso di contemporanea vittoria di Bencic contro Bertens farebbe fede lo scontro diretto ad appannaggio dell’australiana mentre una vittoria dell’olandese premierebbe l’attuale numero 1 del mondo malgrado la sconfitta odierna per il maggior numero di partite disputate fin qui.