WTA Finals Shenzhen: Andreescu, il ginocchio fa crack. Pliskova vince per ritiro

[2] Ka. Pliskova b. [4] B. Andreescu 6-3 rit.

Finisce nella maniera peggiore la seconda partita del giorno a Shenzhen, con Bianca Andreescu che è costretta al ritiro al termine del primo set contro Karolina Pliskova ma dopo aver subito quello che sembra un infortunio abbastanza serio al ginocchio.

La ceca, che aveva cominciato in ritardo di un break la sfida contro la giovanissima canadese, ha servito una prima sul 15-15 che ha portato l’avversaria all’allungo e a sentire un forte dolore nel momento in cui ha appoggiato la gamba sinistra. Si è fermata, il gioco si è fermato, è scesa l’arbitro che ha subito chiamato la fisioterapista.

Dopo aver provato a ripartire era evidente come ci fossero problemi, eppure Pliskova non ne stava approfittando. Non era facile la sua posizione, ma lei non contribuiva a rilassarsi e a capire che le bastava giocare verso gli angoli, colpendo quasi solo centrale. Doveva scuotersi, ma sembrava bloccata. Alla fine, salvando 3 palle break, ha tenuto per l’allungo sul 3-2 e Andreescu, al cambio campo, ha chiamato il proprio coach in campo.

“Il ginocchio mi si è girato, ho sentito un crack. La fisioterapista mi ha controllato e ha detto che si tratta del menisco. Non riesco a piegare il ginocchio. Sento crack ogni volta che provo a camminare, e ho un male enorme”. Sylvain Bruneau le diceva di non forzare e che se era il caso si poteva fermare. Lei in quel momento ha avuto uno sfogo di pura frustrazione, urlando poi: “Non voglio fermarmi!”. Ha provato a testare la condizione del ginocchio, con qualche spostamento controllato o tentativo di piegarsi, ma ogni tentativo è stato inutile. Dopo il break per il 5-3, Pliskova ha chiuso la frazione. A quel punto, la canadese ha detto basta. Al suo posto venerdì giocherà Sofia Kenin, seconda alternate, che sfiderà Elina Svitolina in una sfida a questo punto inutile: l’ucraina è già qualificata e come prima del girone, mentre la seconda verrà fuori dalla sfida tra Simona Halep e Pliskova.