Race to London: il tentativo di Fognini

Fabio Fognini

Tra 25 giorni alla O2 di Londra gli otto migliori giocatori dell’anno daranno vita alle solite Finals di fine anno. Questa volta c’è la concreta possibilità che ci sia un italiano tra i magnifici 8 e non è del tutto impossibile che alla fine possano essere addirttura in due a incrociare le racchette con Djokovic, Nadal, Federer, Medvedev, Thiem, Tsitsipas, i sei che sono già matematicamente qualificati. Vediamo la classifica aggiornata ad oggi, cominciando con i giocatori già matematicamente qualificati.

1. Rafael Nadal                  9225
2 Novak Djokovic             7945
3. Daniil Medvedev            5875
4. Roger Federer               5690
5. Dominic Thiem              4525
6. Stefanos Tsitsipas         3730

Se si cominciasse domenica prossima gli ultimi due posti sarebbero occupati da

7. Alexander Zverev    2855
8. Matteo Berrettini     2525

Ma visto che invece ci sono ancora tre tornei ecco che in corsa ci sono

9. Roberto Bautista Agut   2485
10. David Goffin                2325
11. Fabio Fognini               2235
12. Kei Nishikori                 2180
13. Gael Monfils                 2170

Più stacccati, ma con la matematica che non ha ancora sancito l’eventuale inutilità degli sforzi ci sono altri sette giocatori dal numero 14 Diego Schwartzman con 1860 punti al numero 20 Guido Pella che di punti ne ha 1530. Possibilità del tutto teoriche le hanno ancora un’altra decina di giocatori, ma non ne terremo conto, se ci saranno miracoli ci torneremo.

In palio – ma non per tutti – ci sono 1750 punti: i 250 dei tornei di questa settimana (Anversa, Mosca, Stoccolma); i 500 di quelli della settimana prossima (Vienna o Basilea) e i 1000 di Bercy. Non per tutti perché la classifica prevede che entrino in gioco solo 18 risultati: i 4 slam, gli 8 masters 1000 e i 6 migliori risultati tra Montecarlo, i “500” e i “250”, per un massimo di 3500 punti (Montecarlo e 5 “500”).

Sperando siano chiare le regole, cominciamo ad occuparci di Fognini. Abbiamo visto che il ligure è in questo momento numero 11. Tra i migliori sei risultati ha appunto il “1000” di Montecarlo, e altri 4 tornei in cui ha fatto non molti punti, 180 in tutto. Quindi può aggiungere gli eventuali 750 punti delle vittorie dei due tornei in cui è impegnato (Stoccolma e, la settimana prossima, Basilea) ma dovrà scartare  45 punti di Los Cabos. Significa che Fognini potrà arrivare al massimo 3940 (gli attuali 2235+1750-45). Bastano e avanzano, figurarsi, ma appunto Fognini dovrebbe fare in quindici giorni poco meno dei punti fatti nell’intera annata. Insomma una cosa molto, molto improbabile. Ma visto che i più lunghi viaggi cominciano con un passo intanto si batta Tipsarevic, poi si vedrà.

Di quelli in corsa per le Finals, questa settimana sono impegnati, oltre a Fognini, Khachanov a Mosca; Goffin, Monfils, Schwartzman, Wawrinka e Pella ad Anversa. Domani giocano Wawrinka e Khachanov, difficile cambi qualcosa.