ATP Vienna: Berrettini, rimonta che profuma di Finals e Top 10. Sonego eliminato

[3] M. Berrettini b. K. Edmund 3-6 6-3 6-4
[Q] M. Fucsovics b. L. Sonego 6-4 6-4

Matteo Berrettini batte Kyle Edmund, contro cui aveva perso nelle due precedenti occasioni, e si qualifica al secondo turno nell’ATP 500 di Vienna. 3-6 6-3 6-4 il punteggio di una partita dalle due facce, che ha visto l’azzurro soccombere per un set e mezzo prima di entrare in partita e dominare il roccioso avversario britannico.

Determinante è stato il servizio del capitolino, unica nota lieta nella prima ora di gioco: con questo colpo, Berrettini si è più volte tenuto in vita (risalendo addirittura da 15-40 nel primo game della seconda frazione) nei momenti in cui nulla, nemmeno il diritto, sembrava funzionare.

Una vittoria che scongiura anche le preoccupazioni nate a fine primo set, quando Berrettini ha messo male la caviglia procurandosi una storta. Uno spavento, tuttavia, che lo ha accompagnato solo per qualche game. Le Finals, passo dopo passo, sembrano più vicine.

Ben diversa la storia di Lorenzo Sonego. Il tennista torinese ha terminato la sua avventura al turno d’esordio, regolato da Marton Fucsovics con un doppio 6-4 in un’ora e quarantacinque minuti di partite. Quinta sconfitta consecutiva per Sonny, che ha sciupato anche un vantaggio da 3-1 nel secondo, ed un 2019 che sembra concludersi nel peggiore dei modi. Ultima occasione di riscatto, insieme a Bercy, potrebbe essere la Davis Cup, dove Sonego è stato chiamato proprio insieme a Berrettini. Si tratterà dell’esordio con la maglia dell’Italia.