ATP Pechino: Zverev domina Auger-Aliassime, vince anche Tsitsipas

Brillante prestazione di Alexander Zverev che rispetta il pronostico facendo sua la non scontata sfida con Felix Auger-Aliassime.

Il canadese ha dato il via al match con un turno sofferto al servizio e subito costretto a salvare due palle break. Zverev ha fatto due numeri con il dritto, un passante e un’accelerazione vincente incrociata, ma Felix non ha mostrato indecisioni e ha piazzato un ace e un ottimo rovescio in uscita dal servizio e con altre gran prime ha rimediato a un doppio fallo commesso sul proprio vantaggio.

Anche il tedesco ha mostrato qualche segnale di tensione con due doppi falli consecutivi da sinistra ma poi ha chiuso il suo turno di battuta senza concedere palle break. Superate le titubanze iniziali si sono svelate le trame del gioco. Auger Aliassime ha cercato più spesso la rete e proposto maggiori variazioni negli scambi da fondo ma Zverev gli ha lasciato pochi spazi trovando gran profondità con entrambi i fondamentali e ha iniziato a non concedere più niente al servizio.

Il rischio però non sempre paga e il quinto game ne è stato l’esempio. Il canadese ha aperto con un doppio fallo ingenuo e poi è stato beffato a rete da un dritto di Zverev deviato dal nastro e diventato imprendibile. Sotto 0-30, il canadese ha dimezzato lo svantaggio con un gran servizio ma poi ha rischiato ancora spingendosi a rete e con una volée lunga di rovescio ha consegnato altre due palle break nelle mani del suo avversario. Sulla prima non si è giocato ma sull’atra Sascha ha fatto partire lo scambio mettendo sempre più pressione colpo dopo colpo fino all’inevitabile errore del canadese.

Nient’altro da segnalare fino al nono game quando il tedesco si è trovato nelle mani un set point grazie a un doppio fallo del canadese e l’ha convertito imponendo un altro robusto scambio chiuso con una smorzata di rovescio. Nel secondo set Zverev ha continuato a servire come un cecchino e a rispondere con profondità mettendo subito alle corde Auger incapace di contrastarne le ripetute accelerazioni e obbligandolo a salvare una palla break nel secondo game. Felix ha servito bene, non ha fatto giocare Zverev e si è salvato.

Non ci è riuscito però nel quarto game perché il tedesco ha risposto e lo ha fatto molto bene procurandosi altre due palle break. Il servizio vincente non è arrivato e Zverev ha messo segno un altro break con prepotenza. Il tedesco è entrato in stato di grazia e con un parziale di venti punti a quattro ha siglato il doppio break nel sesto game e ha chiuso il match concedendo complessivamente solo sette punti sui propri turni di battuta. Con questa vittoria Zverev raggiunge Sam Querrey nei quarti di finale e la decima posizione nella Race, a caccia di un posto con altri cinque giocatori tra i quali Berrettini e Fognini.

Ottavi di finale

J. Isner b. [Q] D. Evans 7-6(3) 7-5
[3] S. Tsitsipas b. N. Basilashvili 4-6 6-3 6-2
S. Querrey b. D. Schwartzman 7-6(2) 6-7(6) 6-3
[2] A. Zverev b. F. Auger-Aliassime 6-3 6-1