ATP Basilea: Federer parte forte, 52 minuti di bel tennis per battere Gojowczyk

[1] R. Federer b. [Q] P. Gojowczyk 6-2 6-1

Basta meno di un’ora a Roger Federer per superare il primo step nel torneo di casa a Basilea. Lo svizzero batte Peter Gojowczyk con il punteggio di 6-2 6-1 in 52 minuti e festeggia al meglio il match ATP numero 1500 disputato in carriera: con quella di oggi le vittorie sono 1232, diventano 72 quelle nella sua città natale dove va a caccia del decimo titolo.

Gojowczyk, già sconfitto due volte da Roger in carriera (Cincinnati 2018 e Indian Wells 2019), non trova il modo di impensierire l’elvetico, molto ben centrato e ottimo con la prima di servizio (82% di resa con 12 ace). Meno buone le percentuali della seconda (39% di punti vinti) ma tutto sommato è stata una bella prova per rompere il ghiaccio e iniziare il torneo.

Federer ha mostrato qualche piccolo lampo di genialità, per il resto non ha avuto problemi a gestire i colpi piatti del tedesco, bravo a entrare nel main draw passando dalle qualificazioni. Un break subito da parte del numero 3 del mondo, leggermente distratto sul 2-0 del secondo set. Piccolo incidente di percorso subito dimenticato con un parziale di quattro giochi consecutivi.

Insomma un esordio ben diverso rispetto allo scorso anno, quando Roger fu costretto al terzo set da Filip Krajinovic. Quella del 2018 fu un’edizione del torneo basilese piena di alti e bassi per il nove volte campione: in difficoltà anche contro Simon nei quarti e non brillantissimo nella finale contro Copil, senza contare gli undici break subiti nel corso della settimana.

Le premesse stavolta sembrano diverse ma per un esame più impegnativo bisognerà aspettare almeno i quarti. Il prossimo avversario di Federer infatti sarà uno tra il moldavo Radu Albot e il serbo Dusan Lajovic, mentre più interessante sarebbe un eventuale derby contro Stan Wawrinka nel turno successivo, senza contare che nella parte alta del tabellone figura anche il nome di Stefanos Tsitsipas.