Djokovic frena sul rientro: “Infortunio più grave del previsto, non so quando tornerò”

Novak Djokovic teme che l’infortunio alla spalla sinistra di cui soffre possa essere più grave del previsto.

Il serbo, che il 2 settembre agli US Open dovette ritirarsi mentre giocava contro Stan Wawrinka, non sa ancora quando tornerà in campo. Il n.1 del mondo si è detto pessimista circa la possibilità di poter inaugurare il ‘tour asiatico’, che include i Tokyo Open 500 e il Masters 1000 a Shanghai.

A RTS, Djokovic ha dichiarato di «non sapere quando tornerò». «Spero presto – aggiunge, anche se l’infortunio è più grave di quanto immaginassi, dunque ho bisogno di un’altra settimana per vedere come si evolverà. In teoria potrei essere pronto per Tokyo ma, in questo momento, non lo so». Nole, che ha celebrato le 269 settimane al vertice della classifica ATP, potrebbe perdere il trono il 14 ottobre a favore di Rafa Nadal, se non difenderà il titolo a Shanghai.

Una delle sfide di Djokovic è quella di superare le 310 settimane da n.1 di Roger Federer. Djokovic è comunque atteso a Tokyo, nel torneo che si disputerà dal 30 settembre al 6 ottobre, sebbene non abbia più impugnato la racchetta da quel 2 settembre nel match degli US Open.