WTA Cincinnati: Bertens abdica contro Venus Williams. Azarenka avanti, fuori Kerber

Dopo averla criticata per i tanti risultati negativi dell’ultimo periodo, oggi vanno fatti tanti complimenti a Venus Williams per aver messo in campo un’ottima prestazione, soprattutto rispetto agli standard dell’ultimo periodo.

I 39 anni ci sono, si notano nelle smorfie tra un punto e l’altro, nel tempo in più che prende prima di ricominciare il punto, ma oggi contro Kiki Bertens ha dato quel qualcosa in più per essere più attiva in campo rispetto alla versione molto spenta dell’ultimo periodo.

Per una volta, la sua voglia di essere ancora qualcuna di importante sul campo ha prevalso sul normale scorrere del tempo, tiranno e inesorabile, per darle una giornata di cui poter andare fiera. L’ex numero 1 del mondo, infatti, ha colto un’ottima vittoria contro Kiki Bertens, che a Mason, Ohio, era la campionessa in carica di un torneo che già al martedì si ritrova alla ricerca di un’altra padrona. Un po’ in linea con la situazione del circuito WTA in questo momento, dove sono talmente tante in vetta, o comunque con la possibilità concreta di vincere titoli e creare sorprese che il 6-3 3-6 7-6(4) deve stupire fino a un certo punto.

Lo fa, eccome, nel fatto che Venus sia tornata a far schioccare quel dritto con brillantezza e sulla lunga distanza, in una situazione dove a un certo punto aveva tutto da perdere e contro un’avversaria che fino a oggi era tra le prime 5 del mondo (uscirà da questa cerchia al termine della settimana).

Bertens non è mai riuscita a incidere come è capace di fare, intrappolata forse dalla tensione di dover difendere un titolo di grande valore e inchiodata in un palleggio spesso troppo corto per dare problemi alla sua avversaria, soprattutto perché oggi Venus era ben diversa dalla giocatrice vista un po’ troppo spesso nel 2019. Una giornata di grazia, forse, per la ex numero 1 del mondo che raggiunge così gli ottavi di finale del Premier 5 statunitense, il secondo risultato più importante della sua stagione dopo i quarti di finale di Indian Wells.

Un match condotto fin dalle prime battute, col servizio che funzionava soprattutto grazie alla traiettoria esterna e una Bertens ancora bloccata e che le ha concesso prima l’allungo sul 5-2, poi la chiusura sul 6-3. Nel secondo parziale l’olandese ha reagito, ma anche una volta salita sul 4-0 ha dato modo all’avversaria di rientrare sul 4-3 e servizio, salvo poi riprendere margine e chiudere al nono game. Nel terzo Venus è andata nuovamente avanti di un break, ma sul 5-3 non ha chiuso l’incontro. Nel tie-break decisivo, però, lo scatto sul 6-2 ha messo una seria ipoteca sul risultato, conquistato poi al terzo match point.

Potrebbe trovare ora Victoria Azarenka, che ha cominciato il suo torneo con il successo arrivato contro Belinda Bencic seppur per il ritiro della svizzera sul 4-6 0-1 di svantaggio. Tra gli altri risultati, invece, si registra la terza sconfitta consecutiva di Angelique Kerber che è crollata ancora una volta contro Anett Kontaveit, giocatrice che in tante occasioni le ha dato grossi dispiaceri.

Risultati

secondo turno

M. Sakkari vs [6] P. Kvitova
V. Williams b. [5] K. Bertens 6-3 3-6 7-6(4)

primo turno

A. Kontaveit b. [13] A. Kerber 7-6(6) 6-2
S. Zheng b. V. Kuzmova 6-3 6-1
[LL] M. Puig vs [LL] Y. Wang
D. Vekic b. K. Siniakova 6-3 6-4
V. Azarenka b. [12] B. Bencic 6-4 1-0 rit.
[14] M. Keys b. G. Muguruza 6-7(5) 7-6(5) 6-4
[LL] B. Strycova vs D. Kasatkina
E. Alexandrova b. C. Suarez Navarro
S. Kenin vs J. Goerges
[Q] Z. Diyas vs [10] S. Williams
S. W. Hsieh b. [16] Q. Wang 6-3 6-4
[Q] J. Brady b. [Q] O. Jabeur 6-2 6-1