US Open, primo colpo di scena: Petkovic elimina Kvitova. Osaka e Andreescu avanti

A. Petkovic b. [6] P. Kvitova 6-4 6-4

Primo colpo di scena nel tabellone femminile, con la vittoria di Andrea Petkovic ai danni di una spenta Petra Kvitova.

È finito forse troppo presto il cammino di una giocatrice che non era attesa tra quelle che avrebbero dovuto arrivare alle fasi finali, ma la partita giocata dalla due volte campionessa di Wimbledon ha messo in luce come ancora la forma migliore sia molto lontana, attanagliata da un fastidio fisico al braccio che seppur non ci sia mai stato veramente segno di dolore la sta comunque rallentando nel suo tentativo di ripresa.

Tutto quello che aveva raccolto prima del Roland Garros, dove si è strappata il muscolo dell’avambraccio, è stato vanificato da tre mesi pessimi, in cui ha giocato appena 3 tornei raccogliendo solo un ottavo di finale, a Wimbledon. Per il resto non ci siamo: nulla di questa Kvitova è paragonabile alla ceca che ha vinto 9 titoli negli ultimi due anni, che tornava in finale Slam, che si dava chance di arrivare al numero 1 del mondo.

Oggi, sul Louis Armstrong, la ceca è stata sconfitta da un’ottima Petkovic, lei sì impegnata a mettere in campo una prestazione solida, aggressiva, letale nei momenti chiave. Dopo un primo set andato via sul grande equilibrio, la tedesca si prendeva il set con un turno di risposta vinto a zero sul 5-4. Nel secondo, annullata una chance di doppio break alla sua avversaria recuperava il distacco agganciando il set sul 4-4 e, dopo aver salvato 3 palle break, si imponeva in un nuovo game di risposta dove Kvitova ha giocato male due dritti che l’hanno spinta dietro 15-40 e ha poi avuto troppa sufficienza sul match point.

Si conclude qui dunque una stagione Slam cominciata in maniera esaltante e finita in grande sofferenza per una Kvitova che non può non lasciare New York con tanta delusione addosso, al contrario invece di una Petkovic che, seppur per una giornata, ha riscoperto una qualità di gioco piuttosto vicina alla sua miglior forma di quando nel 2014 entrò in top-10.

Altri risultati

Begli abbinamenti al terzo turno: Dayana Yastremska ha battuto 6-4 6-1 Rebecca Peterson creando il derby non solo dell’Ucraina, ma anche di giocatrici nate a Odessa contro Elina Svitolina; Karolina Muchova, invece, col successo per 6-1 4-6 7-6(2) ai danni di Su Wei Hsieh si è regalata il big match di domani contro Serena Williams.

Tutto facile per le prime della classe, con Naomi Osaka che vive una giornata tranquilla nel 6-2 6-4 ai danni di Magda Linette mentre Bianca Andreescu si impone 6-3 7-5 contro Kirsten Flipkens.