ATP Montreal: la vendetta di Nadal, Fognini battuto e rimontato (ma che spettacolo)

Dopo il primo set ci si era illusi di poter assistere ad un one man show come successo a Monte Carlo, ma purtroppo questa volta dall’altra parte della rete c’era un fenomeno non molto in vena di fare regali. E così Fabio Fognini non ce l’ha fatta a battere ancora una volta quel fuoriclasse chiamato Rafael Nadal, numero due del mondo e testa di serie n.1 al “Masters 1000” di Montreal, ma per un set gli ha fatto vedere i sorci verdi.

Il risultato per il tennista azzurro, settima testa di serie in Canada, dopo tutto parla chiaro: 2-6 6-1 6-2 in poco meno di due ore di gioco contro lo spagnolo quattro volte vincitore dell’appuntamento canadese. Dopo un ottimo primo set, in cui riesce a strappare la battuta per due volte all’ex numero uno del mondo, il ligure semplicemente non è riuscito a mantenere alto il livello, complice anche un problema al piede.

Nadal conquista così il 12esimo successo nei 16 scontri diretti con Fognini, “vendicando”, come detto,  la sconfitta patita quest’anno sul rosso di Montecarlo e tornando in semifinale a Montreal per la prima volta dal 2013, quando poi portò a casa il titolo.

Il maiorchino attende ora di conoscere il suo prossimo avversario: interrotta per pioggia la sfida fra Roberto Bautista Agut e Gael Monfils mentre dall’altra parte del tabellone ci sarà una semifinale tutta russa fra Daniil Medvedev e Karen Khachanov.