ATP Montréal: Fognini sulla strada di Nadal

Nonostante non si siano ancora placati gli echi della finale più incredibile mai giocata in uno slam il tennis torna a fare sul serio. A Montreal è stato infatti sorteggiato il tabellone della Rogers Cup che presenta però parecchi buchi, i più importanti sono naturalmente proprio quelli dei protagonisti di quella finale, Djokovic e Federer. I due hanno preferito giocare poco prima dello US Open e li rivedremo soltanto a Cincinnati. Manca anche del Potro, mentre tra i primi 50 non ci saranno Querrey, Tiafoe, Opleka, Cuevas e il nostro Sonego.

Favorito d’obbligo Rafa Nadal, che è il campione uscente, anche se ha vinto a Toronto e non a Montréal. Lo spagnolo non ha avuto in regalo un calendario semplicissimo, visto che dopo il bye esordirà contro de Minaur, che ha vinto il torneo di Atlanta e poi dovrebbe trovare Goffin, se il belga riuscirà a liberarsi di Simon. La nostra speranza è che ci possa essere un quarto di finale contro Fognini – che sarà testa di serie numero 7, e quindi comincierà dal secondo turno – che però ha Coric sulla sua strada, posto che il croato riesca a liberasi di Gojowczyk, protagonista di un gran torneo . non ancora finito – a Washington.
L’altro semifinalista della parte alta del tabellone sarà uno tra Tsitsipas e Nishikori, anche se entrambi hanno qualche insidia da cui guardarsi. Per il greco l’ostacolo Raonic e forse Monfils; per il giapponese le partite contro Paire e Schwartzman, che non dovrebbe purtroppo avere problemi contro Cecchinato, non saranno passeggiate.

La parte bassa del tabellone è presidiata da Thiem, testa di serie numero 2, e Zverev, che sarà la numero 3, ma chissà se i due arriveranno a sfidarsi in semifinale. L’austriaco ha un tabellone peggiore che negli slam, visto che comincia contro Shapovalov, prosegue contro uno tra Cilic e, speriamo Berrettini, per poi giocarsi l’eventuale quarto contro Medved, Isner o, come al solito dipende da lui, Nick Kyrgios, che esordirà contro Edmund prima di trovarsi di fronte appunto Medvedev. Un po’ più semplice il cammino di Zverev, che apre contro Fucsovics o Norrie e poi potrebbe avere Tsonga, mentre il suo quarto di finale sarebbe contro il sopravvissuto di uno spicchio di tabellone che comprende Khachanov, Wawrinka – che esordirà contro Dimitrov – Anderson e Auger-Aliassime.

Degli italiani abbiamo accennato qualcosa. Fognini ha un bye e poi una partita abbastanza semplice contro Schnur o un qualificato; poi dovrebbe esserci Coric agli ottavi e quindi Nadal.
Per Cecchinato esordio quasi proibitivo contro Schwartzman. Dovesse fare il mezzo miracolo troverebbe Bautista, nello spicchio di tabellone presidiato da Nishikori. Berrettini infine esordirà contro un qualificato per poi incappare in Cilic. Già superare i due turni sarebbe un buon risultato, poi contro Thiem chissà.
Non ci sono italiani nel tabellone di qualificazione, a differenza degli ultimi slam, dove i nostri connazionali sono sbarcati numerosi. Il fatto è che questo Masters 1000 ha un tabellone di 56 giocatori…

Probabili ottavi

[1] R. Nadal vs [15] D. Goffin
[11] B. Coric vs [7] F. Fognini
[4] S. Tsitsipas vs [16] G. Monfils
[10] R. Bautista-Agut vs [5] K. Nishikori
[6] K. Khachanov vs [9] K. Anderson
[13] N. Basilashvili vs [3] A. Zverev
[8] D. Medvedev vs [12] J. Isner
[14] M. Cilic vs [2] D. Thiem