Ranking ATP/WTA: Sonego irrompe tra i 50! Serena Williams ancora top ten

Il piemontese, trionfatore sull’erba di Antalya, vola al numero 46. La statunitense rientra al decimo posto grazie al calo di Aryna Sabalenka

Lorenzo Sonego

La riscossa del tennis italiano maschile prosegue, con la breve stagione sull’erba in vista di Wimbledon che ha regalato grandi soddisfazioni ai nostri esponenti. Dopo le imprese di Matteo Berrettini, vincitore a Stoccarda e semifinalista a Halle, questa settimana è stato Lorenzo Sonego a salire sul proscenio.

Il giovane torinese ha conquistato ad Antalya, in Turchia, il primo titolo in carriera nel circuito maggiore e ciò gli vale un enorme balzo in avanti nel ranking ATP: ora è quarantaseiesimo, ben ventinove gradini più in alto rispetto a lunedì scorso. Finora il suo primato personale era il numero 66 toccato lo scorso aprile.

Davanti a Sonego, tra gli azzurri, figurano Fabio Fognini e Matteo Berrettini, stabili rispettivamente al decimo e al ventesimo posto, e Marco Cecchinato, quarantunesimo (- 1). Dietro ad Andreas Seppi (73; – 2) torna a farsi largo Thomas Fabbiano (89; + 13), che sui prati di Eastbourne si è spinto fino al penultimo atto partendo dalle qualificazioni.

Seguono Stefano Travaglia (102; – 2), Paolo Lorenzi (106; + 1), Salvatore Caruso (123; + 2), Lorenzo Giustino (132; + 2), Gianluca Mager (142; – 11), Filippo Baldi (149; + 2), Alessandro Giannessi (160; + 3), Federico Gaio (174; + 1), Stefano Napolitano (177; + 2) e Simone Bolelli (186; + 1).

Con le posizioni di vertice immobili, spiccano le avanzate di Taylor Fritz (31; + 11), che a Eastbourne ha alzato il suo primo trofeo, Pablo Carreno Busta (50; + 9), giunto in semi in Turchia, Sam Querrey (65; + 14), finalista in Inghilterra, Miomir Kecmanovic (67; + 15), approdato al match clou ad Antalya, e Hugo Dellien (83; + 10), che ha fatto suo il Challenger di Milano. Bruschi cali per Mikhail Kukushkin (58; – 11) e Damir Dzumhur (91; – 28).

Nel ranking WTA, sempre guidato da Ashleigh Barty, la notizia principale è rappresentata dal rientro fra le top ten di Serena Williams (decima; + 1). La pantera di Compton, che non è scesa in campo, si giova del calo di Aryna Sabalenka (undicesima; – 1), finalista l’anno scorso a Eastbourne, dove stavolta si è fermata ai quarti.

Più forte la discesa di Caroline Wozniacki, che si era aggiudicata l’evento britannico dodici mesi or sono e in questa occasione non è andata oltre gli ottavi: la danese scivola in diciannovesima posizione (- 5). Ad approfittare del suo calo è, fra le altre, Marketa Vondrousova, che, nonostante l’uscita al secondo round, stabilisce il career high con il quattordicesimo posto (+ 2).

Bene anche Ekaterina Alexandrova (45; + 7), giunta nei quarti, e la semifinalista Ons Jabeur (56; + 6). Crolla oltre il centesimo gradino Kirsten Flipkens (103; – 22): nel 2018 la belga si era imposta nella prova ITF da centomila dollari di Southsea.

In leggero calo la migliore azzurra, Camila Giorgi, quarantaduesima (- 1). Alle spalle della marchigiana troviamo Jasmine Paolini (147; 0), Giulia Gatto Monticone (161; + 1) e Martina Trevisan (168; – 1). Scivola fuori dalle duecento Martina Di Giuseppe (204; – 11).

I top ten del ranking ATP: 1 Novak Djokovic, 2 Rafael Nadal, 3 Roger Federer, 4 Dominic Thiem, 5 Alexander Zverev, 6 Stefanos Tsitsipas, 7 Kei Nishikori, 8 Kevin Anderson, 9 Karen Khachanov, 10 Fabio Fognini.

Le top ten del ranking WTA: 1 Ashleigh Barty, 2 Naomi Osaka, 3 Karolina Pliskova, 4 Kiki Bertens, 5 Angelique Kerber, 6 Petra Kvitova, 7 Simona Halep, 8 Elina Svitolina, 9 Sloane Stephens, 10 Serena Williams (+ 1).