ATP Umago: Lajovic campione, niente lieto fine per Balazs

[4] D. Lajovic b. [Q] A. Balazs 7-5 7-5

Il sogno di Attila Balazs si infrange contro Dusan Lajovic: è il serbo a vincere il torneo di Umago, un doppio 7-5 in un’ora e 50 minuti di grande equilibrio che alla fine incorona il giocatore sicuramente più forte tra i due. Dopo aver perso la finale di Monte Carlo contro Fabio Fognini stavolta lo slavo può fare festa.

Nessuno dei due aveva mai vinto un torneo ATP ma per Attila Balazs questa sembrava davvero essere la prima e unica grande chance della carriera. Trent’anni, una vita tra Futures e Challenger, pochissime apparizione nel circuito maggiore, mai messo piede nel main draw di uno Slam e mai nei primi 150 della classifica.

Insomma il treno che passa una sola volta nella vita, Attila ci è salito sopra partendo dalle qualificazioni e ci è rimasto fino al 5-4 e servizio del primo set della finale. Subìto il break in un momento cruciale non ha saputo reagire e nemmeno recuperare lo svantaggio nel secondo set gli è servito per rimettere in piedi la partita.

La magra consolazione è un nuovo best ranking (141 da domani) ma un’occasione così difficilmente ricapiterà, anche in un circuito ATP di livello non eccelso e che ultimamente sembra lasciar spazio a tanti. Uno spazio che Dusan Lajovic si era ritagliato in modo eccelso nel Principato e che oggi, in una location meno prestigiosa ma comunque molto affascinante, certifica con il suo primo titolo.