WTA Eastbourne: Halep travolgente, Kerber non stecca l’esordio. Ottovolante Ostapenko

Si è allineato agli ottavi di finale il tabellone del WTA Premier di Eastbourne, ultimo appuntamento prima di Wimbledon.

Le big sono quasi tutte in gioco, fatta eccezione forse per Elina Svitolina che non può però definirsi sorprendente nella sua sconfitta contro Alizé Cornet.

Il match, un incontro di second turno rinviato ieri causa pioggia, è terminato 6-3 6-4 per la giocatrice francese e rimarca, semmai, la grande difficoltà dell’ucraina nell’adattarsi ai campi su erba. Il suo rendimento sui prati è molto deficitario, e se da un lato non rischia di uscire dalle prime 8 dopo questa settimana vista la contemporanea sconfitta di Sloane Stephens contro Alona Ostapenko, è anche vero che a Wimbledon sarà probabilmente costretta a grandi sofferenze fin dal primo turno.

Chi invece non ha avuto alcun problema è stata Simona Halep, che all’esordio ha travolto Su Wei Hsieh 6-2 6-0 riscattando, in parte, la sconfitta subita proprio contro la giocatrice di Taipei durante l’ultima edizione dello Slam londinese. Hsieh, che all’esordio aveva superato Camila Giorgi, oggi non è mai riuscita ad avere il comando del gioco. La rumena, domani si troverà di fronte a Polona Hercog, che ha prima approfittato del ritiro di Barbora Strycova (con la ceca che si è girata la caviglia e ha sentito dolore al tendine d’Achille sul punteggio di 6-7 1-0) e poi al tie-break decisivo Pauline Parmentier: 2-6 6-2 7-6(4).

Semifinalista lo scorso anno, Angelique Kerber ha dato il via al suo torneo con un buon 6-4 6-4 ai danni di Samantha Stosur con anche una rimonta da 2-4 nella seconda frazione. Con lei avanti anche la campionessa in carica Caroline Wozniacki, che vince due partite di fila per la quarta volta nel 2019 con un doppio 6-4 inflitto ad Andrea Petkovic e adesso si riproporrà la finale dello scorso anno contro Aryna Sabalenka che ha superato 6-2 6-3 Tamara Zidansek. Infine il rocambolesco 1-6 6-0 6-3 di Ostapenko contro Stephens: 20 gratuiti e 1 solo vincente nel primo set, poi la lettone ha ribaltato la partita alla sua maniera, colpendo vincenti con sempre più continuità e centrando il primo successo contro una top-10 dopo più di un anno. L’ultima volta fu a Miami, contro Svitolina. Se è vero che aveva concluso il Roland Garros con lo spettro di uscire dalla top-100 dopo Wimbledon, adesso la giocatrice di Riga sta raccogliendo vittorie e un po’ di continuità anche grazie a un buon momento dal punto di vista fisico, forse il primo da circa un anno.

Risultati

O. Jabeur b. [LL] M. Minella 2-6 6-2 6-1
[14] J. Konta b. M. Sakkari 6-4 7-6(5)
S. Zhang b. [LL] D. Gavrilova 6-3 6-1
A. Cornet b. [5] E. Svitolina 6-3 6-4
[4] A. Kerber b. [Q] S. Stosur 6-4 6-4
R. Peterson b. L. Tsurenko 7-6(6) 6-4
[Q] P. Hercog b. P. Parmentier 2-6 6-2 7-6(4)
[6] S. Halep b. S. W. Hsieh 6-2 6-0
[8] A. Sabalenka b. T. Zidansek 6-2 6-3
[11] C. Wozniacki b. A. Petkovic 6-4 6-4
[PR] A. L. Friedsam b. [16] A. Kontaveit 6-3 6-4
A. Ostapenko b. [7] S. Stephens 1-6 6-0 6-3
E. Alexandrova b. [10] B. Bencic 6-7(6) 6-2 6-3
E. Mertens b. [13] M. Vondrousova 6-1 5-7 6-2