Qualificazioni Internazionali BNL d’Italia: Baldi domina Klizan, avanti la Ferrando, eliminati gli altri

L’aria magica del Foro Italico regala nuovamente a Filippo Baldi una delle più belle vittorie in carriera. Il 23enne vigevanese approdato al tabellone cadetto grazie alle prequalificazioni, ha superato nel primo turno del Masters 1000 di Roma, lo slovacco Martin Klizan (n.61 Atp) con il punteggio di 6-3 6-1 in 1 ora e 12 minuti di gioco.

Pensare che nell’unico precedente fra i due protagonisti della sfida di oggi, andata in scena su un Pietrangeli come sempre brulicante di tifo, Filo aveva raccolto l’inezia di due giochi nello scorso mese di settembre al challenger di Genova.

A fine match il vigevanese visibilmente commosso è andato ad abbracciare la madre presente sugli spalti, un momento veramente toccante, le cui motivazioni non sono difficili da immaginare.

Un successo che è autentica linfa verde per l’allievo di Francesco Aldi, che fino a questo punto della stagione aveva faticato a trovare la migliore condizione psicofisica nei tornei disputati fino ad oggi. Nell’incontro odierno Baldi ha mostrato nuovamente quella tenacia e quella voglia di lottare punto su punto condita da quella forza mentale che gli ha permesso di non far rientrare in partita Klizan sul finire del primo set annullando ben tre palle break al suo quotato avversario.

La sfida come dicevamo è vissuta sul filo dell’equilibrio soltanto nella prima frazione, Baldi dopo aver salvato due palle break in apertura, ha immediatamente strappato il servizio a Klizan nel secondo gioco e da lì in poi ha imposto il proprio gioco allo slovacco, che ha palesato non poco nervosismo in alcuni frangenti del match. Sul 5-3, il vigevanese ha dovuto stringere i denti per contenere il tentativo di ritorno da parte di Klizan e al quarto set point, si è aggiudicato il primo set per 6-3.

Il secondo set non ha avuto storia, Filo ha conquistato un break di vantaggio nel primo gioco e la partita a quel punto è di fatto finita, con Klizan incapace di contrastare la maggiore freschezza atletica del portacolori del Selva Alta Vigevano. Lo slovacco ha concesso un nuovo break al quinto gioco, prima che scendessero i titoli di coda sul definitivo 6-1.

Nel turno finale, Baldi, unico italiano ancora in gara nel tabellone delle qualificazioni maschili, affronterà l’ostico statunitense Taylor Fritz (n.57 Atp) che quest’oggi ha sconfitto in due set il romano Jacopo Berrettini con il punteggio di 6-4 6-3. Come si dice in questi casi sognare non costa nulla e con questo Baldi in versione Foro Italico, bissare il risultato della scorsa edizione quando il vigevanese raggiunse il main draw, è tutt’altro che pura utopia.  Nulla da fare, invece, per Lorenzo Musetti, numero 453 del ranking mondiale, che ha ceduto per 6-1 6-4 di fronte al norvegese Casper Ruud, numero 71 Atp. Fuori, infine, anche Riccardo Balzerani, numero 495 del ranking mondiale, sconfitto per 6-1 6-4 dall’australiano Bernard Tomic, numero 73 Atp.

Cristiana Ferrando è a un passo dalla qualificazione al tabellone principale. La 23enne ligure, numero 455 del ranking internazionale, che aveva conquistato una wild card per il tabellone cadetto attraverso le pre-qualificazioni, ha eliminato per 6-4 0-6 6-3 la francese Pauline Parmentier, numero 69 del mondo. Cristiana, nipote d’arte (sua zia è Linda Ferrando), non si è lasciata intimidire dalla più esperta avversaria. Domani la Ferrando si giocherà un posto nel main draw contro la tedesca Mona Barthel, numero 88 Wta.
E’ finita subito invece l’avventura di Lucrezia Stefanini, numero 405 del ranking internazionale, che ha ceduto per 7-5 6-3 di fronte alla slovena Tamara Zidansek.  Fuori anche Anastasia Grymalska, numero 274 del ranking Wta, battuta 6-4 6-2 dalla portoricana Monica Puig, numero 62 del mondo, e Georgia Brescia, numero 403 Wta, sconfitta per 6-4 6-3 dalla tedesca Andrea Petkovic, numero 65 del mondo