WTA Charleston: Errani crolla contro Puig. Trevisan, primo successo nel circuito maggiore

Una mattanza, una nuova sconfitta in un rientro che continua per Sara Errani ad avere contorni molto negativi. Soltanto due le vittorie ottenute in un mese e mezzo, in otto partite disputate, e diverse delle sei sconfitte sono giunte con parziali piuttosto netti in favore delle sue avversarie.

Probabilmente Monica Puig è una delle avversarie peggiori per lei perché se la sua palla, come si dice in gergo, “non corre” la portoricana non ha alcun problema a spingere a sua volta e a crearsi le occasioni per chiudere i punti, ma il 6-0 6-1 di oggi ha messo in mostra come l’azzurra sia molto lontana anche solo dalla giocatrice che qualche anno fa pur scendendo in classifica ai margini della top-100 riusciva a battagliare spalla a spalla. Oggi, ancora oggi, si è vista una differenza di livello che le ha impedito anche solo di creare qualche dubbio nella testa di un’avversaria che non sta affrontando un periodo facile, uscita tra l’altro con le ossa rotte da Miami, in quello che per lei è un po’ il torneo di casa, dove è stata spazzata via al primo turno da Xiyu Wang.

Dieci game consecutivi per la campionessa olimpica in carica e in 40 minuti eravamo già 6-0 4-0 in suo favore. Nel momento in cui Errani si è sbloccata, c’è stato forse l’ultimo treno della sua giornata ma non è riuscita a sfruttare alcuna delle 4 palle break avute nel dodicesimo game dove era stata 15-40 e dove Puig ha dovuto sudare fino al diciottesimo punto per ottenere il 5-1. Pochi quindici più tardi e si completava nel migliore dei modi la sua giornata per un secondo turno che la vedrà di fronte a Sofia Kenin, che prima aveva sconfitto 7-5 6-4 Sabine Lisicki, alla prima partita nel circuito maggiore del suo 2019.

Per Sara, inoltre, questa sconfitta la farà crollare di nuovo verso il limite della top-250, classifica che aveva toccato l’ultima volta dopo il primo rientro dalla squalifica per doping. La situazione già era complicata prima, ma adesso è ancora più difficile pensando soprattutto che ci saranno altri 90 punti in uscita a fine mese, nelle due settimane precedenti l’uscita dell’entry list delle qualificazioni del Roland Garros. Non ci sarà modo di vederla nel tabellone principale, e al momento ci sono sempre più dubbi anche sulla possibile presenza nelle qualificazioni perché, a complicare tutto, c’è anche la settimana di Fed Cup dove lei sarà verosimilmente impegnata in Russia per salvare l’Italia dalla serie C e dunque non potrà fare le qualificazioni ne a Stoccarda ne a Istanbul, dove potrebbe magari avere una wild-card, ma serviranno soprattutto vittorie se non altro per avvicinarsi alla top-200.

Martina Trevisan sfrutta molto bene la grande chance avuta dal sorteggio. 6-1 6-2 alla doppista Nadiia Kichenok, che ha centrato il tabellone principale partendo come l’azzurra dalle qualificazioni ed eliminando Sofya Zhuk e Caroline Dolehide, quest ultima con un tie-break decisivo chiusosi 12-10 dove ha annullato 2 match point. Nulla da fare però contro la toscana, che si è presa in un’ora scarsa di gioco la prima vittoria in carriera nel circuito maggiore. Al prossimo turno, però, ci sarà Kiki Bertens, numero 6 del mondo e campionessa in carica.

Risultati

S. Sorribes Tormo b. F. Stollar 6-0 6-3 (R2 vs n.1 Sloane Stephens)
T. Zidansek b. [SR] A. L. Friedsam 1-6 6-2 6-0
[14] A. Tomljanovic b. M. Linette 6-2 7-6(7)
[10] A. Ostapenko b. J. Larsson 6-1 6-4
[WC] S. Rogers vs E. Rodina
T. Maria b. N. Vikhlyantseva 6-2 7-5
M. Puig b. S. Errani 6-0 6-1
[13] S. Kenin b. [WC] S. Lisicki 7-5 6-4
[Q] F. di Lorenzo vs A. Bolsova Zadoinov
A. Kiick b. P. Parmentier 6-3 6-0
[9] B. Bencic b. [Q] D. Aiava 6-3 6-0
M. Minella b. A. K. Schmiedlova 3-6 7-5 6-0
J. Pegula b. I. Khromacheva 1-6 7-6(4) 6-1 (R2 vs n.4 Sevastova)
[Q] M. Trevisan b. [Q] N. Kichenok 6-1 6-2 (R2 vs n.2 Bertens)