ATP San Paolo: Sonego continua a crescere, sconfitto Delbonis

Vittoria di grande valore per Lorenzo Sonego, che alle soglie dei 24 anni è chiamato alla stagione più importante della sua carriera, quella che gli dirà dove può davvero arrivare. Il torinese quest’anno ha preferito lo slot sudamericano sulla terra, a differenza del 2018 quando aveva giocato sul cemento dei palazzetti europei, con risultati ancora altalenanti. Ma la vittoria di ieri è di discreta importanza, perché Delbonis sulla terra non si batte da solo e la sicurezzo con cui Sonego ha portato a casa il match fa certo sperare. Sonego è stato impeccabile al servizio, sia nel primo set, in cui Delbonis è arrivato una sola volta a 40, sia nel secondo, quando ha fatto anche meglio, concedendo appena 5 punti in 5 turni di battuta. Così i due break in apertura di parziali, nel primo game del primo set e nel terzo del secondo, sono bastati a portare a csa un match che presentava più di qualche insidia. Dopo il break del primo game Sonego nel primo set ha permesso una sola volta a Delbonis di arrivare a 40 e ha chiuso il parziale al secondo set point. Sonego, che sta provando a rientrare in top100 è adesso atteso da un altro esame, quello al cospetto di Leonardo Mayer. Dovesse superarlo la semifinale, mai raggiunta in un torneo ATP, sarebbe a portata di mano.

Giornata interlocutoria quella di ieri a San Paolo, oltre a Sonego hanno giocato solo Garin, che ha superato Sousa, Carballes Baena, che ha vinto in rimonta contro Marterer e l’unica testa di serie, il giapponese Taro Daniel, sconfitto da Marco Trungelliti. Oggi è il turno di Paolo Lorenzi, in campo contro la testa di serie numero 7, l’argentino Juan Ignacio Londero.

Primo turno

L. Sonego b. F. Delbonis 6-4 6-4
C. Garin b. P. Sousa 7-6(3) 6-2
M. Trungelliti b. [8] T. Daniel 6-4 3-6 7-6(5)
R. Carballes Baena b. M. Marterer 3-6 6-1 6-2