ATP Mosca: fuori Berrettini sconfitto da un ritrovato Rosol. Avanti Bedene

Al via l’ATP 250 di Mosca che vede Cecchinato e Medvedev come prima e seconda testa di serie. Oggi scende in campo principalmente il femminile, che potete leggere nell’articolo di Diego Barbiani, mentre per il maschile fa il suo ingresso in campo, della compagine italiana, Matteo Berrettini. Partita molto combattuta contro il ceco Rosol proveniente dalle qualificazioni con l’italiano che appare scarico di testa fin dalle prime battute. Il numero 172 ATP invece parte lento all’inizio, rischiando di perdere il game con due doppi falli ma già dal quarto, probabilmente grazie al break vinto, entra in partita molto bene, soprattutto col servizio. Berrettini appare scarico di testa e gambe mentre l’avversario continua a servire molto bene e a spezzare il ritmo con dei proficui serve and volley. Solo a metà secondo set l’italiano ritrova fiducia nei suoi colpi ed inizia a spingere sulle poche palle concesse dal ceco, ottenendo così il break. Nel terzo set Berrettini domina al servizio ma non riesce mai a costruirsi una palla break. La delusione per la mancata concretizzazione dell’unica possibilità nel sesto game probabilmente gli fa perdere la tenacia ritrovata e anche il successivo game a zero. Da qui è molto bravo Rosol a tenere, facendo sbagliare l’avversario e portandosi a casa il match. Troverà Khachanov al secondo turno.
Partita molto equilibrata quella tra Djere e Bedene e conclusasi con un meritato tie-break in cui il serbo molla completamente. Molto bravo Djere a mettere pressione nel dodicesimo game a Bedene che lo consegna con un doppio fallo, ma poi non riesce a capitalizzare le palle break concessagli nel secondo e crolla nel terzo dopo quasi tre ore di gioco. Bedene troverà il vincente fra Istomin e Berankis al secondo turno.

Risultati primo turno:

A. Bedene b. L. Djere 5-7 6-4 7-6(2)
[Q] L. Rosol b. M. Berrettini 6-3 4-6 6-4
A. Mannarino b. [WC] E. karlovskiy 3-6 6-4 7-6(4)