Coppa Davis: Puetz e Struff coppia vincente, Germania in vantaggio sulla Spagna

SPAGNA-GERMANIA 1-2

T. Puetz/J. Struff b. F. Lopez/M. Lopez 6-3 6-4 3-6 6-7(4) 7-5

Nella seconda giornata dei quarti di finale di Coppa Davis tra Spagna e Germania, Tim Puetz e Jan-Lennard Struff si confermano la coppia d’oro della squadra tedesca conquistando contro pronostico il preziosissimo punto del 2-1. Già nell’incontro del primo turno contro l’Australia, Struff e Puetz avevano sorpreso tutti spuntandola al quinto contro gli esperti Ebden-Peers e oggi hanno ripetuto l’impresa contro i due Lopez, che come doppisti non hanno certo bisogno di presentazioni.

Le coppie giocano in modo molto simile con Marc Lopez e Tim Puetz più propensi a gestire la rete e gli altri due le manovre da fondo. Nel primo set i tedeschi vincono entrambi i duelli. Puetz è più reattivo sotto rete di Marc, Struff è troppo potente per Feliciano ed entrambi sono quasi ingiocabili al servizio grazie all’83% di prime palle messe in campo. La coppia tedesca invece non ha grosse difficoltà a leggere le traiettorie dei servizi spagnoli e trova risposte aggressive che permettono loro di comandare gli scambi. Jan-Lennard Struff da fondo sbaglia pochissimo e appena trova lo spazio tira vincenti e passanti pesanti con entrambi i fondamentali. La Spagna soffre ad ogni turno di battuta e capitola nel quarto game regalando il break che permette a Puetz/Struff di conquistare meritatamente la frazione.

Nel secondo set Feliciano apre le danze e tiene il servizio senza soffrire cosa che invece succede per la prima volta ai tedeschi, con Struff a mettere la palla in gioco, che smarriscono l’ispirazione. Puetz sbaglia due volèe sottorete abbastanza comode, almeno rispetto a quelle che ha facilmente gestito nel primo set, il suo compagno commette un doppio fallo e arrivano le prime palle break dell’incontro per la Spagna. Puetz sente il momento ed è Struff a fare la differenza prendendo in mano la situazione e annullando quattro palle break in totale prima di salvare il servizio praticamente da solo. Adesso si gioca punto su punto e regna un grande equilibrio tra le due coppie. Gli spagnoli falliscono un’altra palla break nel quarto game e subito dopo pagano tutte le occasioni mancate cedendo il servizio di Marc Lopez. Soffrono i tedeschi nel consolidare il break con Struff che commette due doppi falli consecutivi sul 40-15 ma poi si riscatta mettendo in campo gran prime e l’ennesimo micidiale passante di dritto con il quale chiude il game. Come in precedenza basta un break ai tedeschi per incamerare anche il secondo parziale.

Nel terzo regna l’equilibrio, i punti cominciano a pesare tantissimo e la Germania accusa il colpo concedendo tre palle break consecutive nel sesto game su servizio di Puetz. I tedeschi reagiscono subito e annullano le prime due sfruttando al massimo il servizio e poi sulla terza Feliciano manca l’occasione affossando in rete una comoda volèe di rovescio. I tedeschi ringraziano e salvano il servizio ma i segnali di risveglio spagnolo sono evidenti, specialmente da parte di Marc Lopez, fino a quel momento l’anello debole della coppia. Il break infatti arriva al turno dopo ed è in gran parte opera sua poi Feliciano serve alla grande e chiude il parziale.

La tensione sale e sono i tedeschi a sentirla di più mentre gli spagnoli sembrano più tranquilli e in fiducia. Nel terzo game del quarto set Struff salva il servizio con grande fatica dopo aver sprecato il vantaggio di 40-0. Puetz inizia a cedere a livello emotivo, è poco lucido, fa pasticci a rete e si fa prendere dalla fretta da fondo mettendo in difficoltà il suo compagno. I tedeschi soffrono ancora tantissimo nel quinto salvandosi con ancora più difficoltà che nel game precedente ma al tie break cedono per 7 punti a 4.

Sembra tutto apparecchiato per la rimonta spagnola, ma nel quinto set i Lopez non sfruttano 5 chance per il break nell’ottavo gioco e nell’undicesimo vengono puniti. Puetz e Struff chiudono il parziale 7-5 e riportano avanti a sorpresa la squadra tedesca. Adesso è tutto nelle mani di Rafa Nadal che nel primo match di domani deve battere Sascha Zverev per tenere in vita la Spagna. Si annuncia un gran match che vede il numero uno del mondo favorito non solo per il 3-0 che lo vede in vantaggio negli scontri diretti ma per il netto 6-1 6-1 inflitto al tedesco sulla terra di Monte Carlo lo scorso anno. Si annuncia un gran match che potrebbe anche prendere pieghe inaspettate se Zverev saprà ripetere la grande prestazione offerta contro Ferrer e specialmente se Nadal non riuscirà ad alzare il livello del suo servizio, ieri un po’ altalenante.