ATP Pechino: Dimitrov c’è, superato del Potro con qualche problema

Grigor Dimitrov sconfigge Juan Martin del Potro in due ore e due minuti con il puntegggio di 7-6(6) 7-5 e si avvicina negli scontri diretti che lo davano sfavorito per 5 a 1. Il match è stato sicuramente piacevole, vista la qualità di gioco sempre alta da parte dei due che nella maggior parte degli scambi non hanno avuto paura di giocare a tutto braccio pur rischiando qualcosa e steccando qua e là, specie nel secondo set.
Per del Potro è stato fatale il doppio fallo sul 7-6 Dimitrov sparando in rete una seconda forzata a 183 km/h nel primo tie-break giocato tra i due in tutti e sei i precedenti, tutto ciò dopo aver steccato un dritto sul punteggio di 6-5 per l’argentino, che ha portato con sé il contraccolpo anche nell’inizio del secondo parziale. Inoltre è opportuno ricordare che era arrivato per lui anche il break a inizio primo set, poi vanificato.
Proprio quando sembra soffrire di più anche nei turni di battuta arriva  la svolta: Dimitrov perde il servizio sul 2-3 a suo sfavore e così regala all’avversario la possibilità di andare a servire per il set. Troppo rilassato però il n.24 del ranking che dal 5-2 0-30 sul servizio di Dimitrov riesce a farsi recuperare il break, per poi mollare psicologicamente su l 5-5 a causa dei troppi rimpianti. L’impressione è quella che fisicamente il bulgaro ne abbia avuto di più di del Potro (come testimoniano i recuperi miracolosi sulle cannonate dell’avversario), anche se sicuramente sono da bocciare i passanti (oggi ha consegnato le due palle break nel secondo mettendo tre rovesci di fila sulla racchetta dell’argentino a rete) e le discese a rete che gli hanno provocato quasi solamente gratuiti.
Al servizio i due sono stati pressocchè equivalenti, ma la differenza è stata nelle 3 palle break su 4 realizzate dal bulgaro contro le 2/7 dell’argentino.
Continua la rincorsa al Master per Dimitrov che attualmente è n.5 nella race to London.
Agli ottavi sfiderà Bautista che ha dovuto giocare solamente un set e mezzo con Bedene, ritiratosi sul 6-0 4-0 a favore dello spagnolo.
Vince in solamente un’ora e ventitré Nick Kyrgios al terzo contro Mischa Zverev non senza qualche intoppo. L’australiano, che quest’anno ha preferito Beijing anziché Tokyo(nonostante l’anno scorso trionfò proprio lì), ha dovuto carburare lasciando il primo set al tedesco per poi chiudere 6-2 6-2. Ai quarti troverà Steve Darcis che ha sconfitto Lajovic  6-3 6-4, e probabilmente l’australiano spererà che il belga si ricordi di giocare a Beijing e non in Coppa Davis (nella quale appena venti giorni fa era andato vicinissimo al successo proprio con Nick Kyrgios, giocando un tennis davvero mozzafiato).
Risultati:
[3]G.Dimitrov b. J.Del Potro   7-6(6)  7-5
[5]R.Bautista  b. A.Bedene     6-0 4-0  RET
[8]N.Kyrgios   b. M.Zverev      3-6 6-2 6-2
S.Darcis  b.   D.Lajovic            6-3 6-4