Errani: “Troppi infortuni, non credo sia normale”

Errani

Sara cosa ti è successo?
Ho sentito una fitta fortissima al polpaccio, un gran dolore da non riuscire a camminare.Oggi alle 18:00 farò un’ecografia ma non so se si vedrà qualcosa, l’ecografia andrebbe fatta quarantotto ore dopo l’infortunio, affinché si veda qualcosa.

Ma tu che sensazioni hai? Di solito un atleta si rende conto della gravità dell’infortunio…
Ehhh si, qualcosa c’è, non riesco a camminare, fa male, molto male. Potrebbe essere stirato, rotto…

Ma sentivi già qualcosa? Sul polpaccio avevi un cerotto…
Avevo sentito un dolore durante il primo set del singolare, due giorni fa, quindi già mi dava fastidio. Ieri fasciandolo sono riuscita a giocare in doppio. Oggi sapevo che sarebbe stato molto più duro, in singolo correndo di più rispetto al doppio. Sono riuscita a giocarci sopra ma poi ho sentito quella fitta, in quel punto e non sono più riuscita a camminare.

Peccato proprio quando stavi riuscendo a girare il risultato…
È vero ero ancora in lotta, anche se durante tutta la partita ho giocato molto corto, non riuscivo a trovare la profondità. La Makarova ha giocato davvero bene, ha fatto un sacco di vincenti, non ha sbagliato quasi niente. Comunque ero lì, eravamo attaccate e io stavo lottando, peccato.

Avevi già avuto degli infortuni muscolari di questo tipo?
Al polpaccio no, però è un periodo che mi sta capitando spesso di avere infortuni muscolari. Non so a cosa è dovuto, ma sicuramente dovrò fare delle analisi per capire cosa sta succedendo, e poi trovare una soluzione.

Possibile che cambiando tipo di lavoro, di allenamento sia questa la causa di questi vari infortuni che ti sono capitati ultimamente?
Può essere, è vero perché sto lavorando tanto, faccio esercizi differenti e la maniera di allenarmi è diversa, quindi può essere. Parlando con il fisioterapista mi ha detto che ci può stare visto che mi sto allenando diversamente, però così tante volte, credo non sia normale.