2 gennaio 1979: l’ultimo Australian Open di Ashe

Arthur Ashe gioca il suo ultimo match in carriera agli Australian Open. Lo statunitense, numero 3 del tabellone e ampiamente favorito contro il numero 188 del mondo, John Marks, perde con il punteggio di 6-4 6-2 2-6 1-6 9-7, sprecando due match point. Marks era avanti 4-1 nel quinto set, poi aveva perso quattro game di fila e stava per subire una clamorosa rimonta, visto che aveva vinto i primi due set. Ma la rimonta non avvenne e Ashe non giocherà più a Melbourne: non parteciperà all’edizione successiva degli Australian Open e si ritirerà a fine 1979. Marks, che con la finale dello Slam di casa raggiungerà la 44ma posizione mondiale, non otterrà altri risultati di rilievo: negli anni successivi, però, vincerà qualche titolo di doppio in coppia con Mark Edmonson (sì, quello che vinse gli Australian Open da numero 212 del mondo). Nella finale degli Australian Open, contro Guillermo Vilas, riuscì anche a vincere un set (indossando un bellissimo cappello da pescatore) ma ad alzare il trofeo fu l’argentino, che arrivò in Australia sei settimane in anticipo per abituarsi al clima e alle condizioni di gioco.