ATP Finals, interviste. Wawrinka: "Avrei messo la firma su questo 2016"

TENNIS – Di Diego Barbiani

LONDRA. Stan Wawrinka abbandona le ATP Finals di Londra senza riuscire a raggiungere le semiifnali, traguardo sempre raggiunto nelle 3 partecipazioni precedenti. Fatale la sconfitta 6-4 6-2 contro Andy Murray.

D. Avevi cominciato molto bene, poi qualcosa è cambiato. Cosa è stato, secondo te?
STAN WAWRINKA: “Lui ha cominciato a giocare meglio, a servire molto meglio. Non mi ha dato molte chance di entrare veramente in partita. Non si è n.1 al mondo per caso, questo è chiaro. Io penso di aver cominciato bene, ma poi è nei dettagli che stanno le grandi differenze”.

D. Puoi fare una piccola analisi della tua stagione?
STAN WAWRINKA: “Penso sia stata un’ottima stagione. Finirò ancora in top-5, al n.4 o 5, con una vittoria in uno Slam ed altri successi. Per esempio fu molto importante per me vincere a Ginevra. Ho avuto anche momenti più difficili come qui, ma anche allo US Open. Ho vinto il torneo, ma fu un momento molto delicato, ma sono piuttosto soddisfatto. Avrei probabilmente messo la firma su tutto questo”.

D. Sei forse mancato un po’ nei Master 1000, come mai?
STAN WAWRINKA: “Non saprei davvero che dire. Sarà uno dei miei obiettivi per la prossima stagione. Lo era già per questa, ma non ce l’ho fatta. Sto provando qualsiasi cosa per rimanere al top e per quest anno questo è stato il mio massimo. Ho fatto degli errori, non ho giocato bene per tutto l’anno, ma non è che non sia concentrato. So quanto sia difficile essere qui ora e penso di dover parlare col mio team per cambiare qualcosa ed essere competitivo anche nei Master 1000”.