Zverev alla Bild: "La federazione tedesca mi sta creando problemi. Raggiunti i miei obiettivi smetterò col tennis"

TENNIS – Alexander Zverev è stato intervistato di recente dalla Bild, maggiore quotidiano sportivo tedesco, ed ha rilasciato alcune dichiarazioni che aprono ad una vicenda interna al team tedesco ed alla rispettiva federazione. Il talento classe 1997 racconta: “Dobbiamo giocare lo spareggio dei play off contro la Polonia la settimana dopo lo US Open. Io e Philippe Kohlshcreiber ci siamo detti favorevoli a giocare sul cemento, ma la federazione ha scelto la terra battuta. Lui ha poi detto che giocherà qualsiasi sia la superficie, io al momento non ho voluto promettere nulla perché non sono ancora sicuro. Dalla federazione è venuto fuori che io non sarei sceso a compromessi con loro rifiutandomi di giocare, che è come distorcere le mie parole. Tutto è nato a causa della mia rinuncia ai Giochi Olimpici. Io volevo esserci, era il mio sogno fin da bambino, ma a Washington poco prima della semifinale ho mangiato qualcosa che mi ha fatto star male e che tutt’ora mi crea qualche problema: vomito tutte le mattine e non posso mangiare frutta e verdura. Non avevo energie, e sarebbe stato corretto andar là sapendo che da un momento all’altro avrei potuto ritirarmi quando invece ci sono altre persone che possono avere il mio stesso obiettivo? Per me, a 19 anni, sarebbe stato un onore. Loro (quelli della federazione, ndr) hanno detto che non mi importava nulla perché non ci sono punti e soldi, e questo mi ha davvero fatto male”.

I contrasti con la federazione tedesca, dice Zverev, sono cominciati già ad Amburgo: “Sono stato eliminato al primo turno sia in singolare che in doppio. Sono stato criticato duramente per le mie prestazioni. Quando fai un exploit diventi subito un fenomeno, quando poi al torneo dopo fallisci, torni ad essere il perfetto signor nessuno. C’è una pressione enorme, qualcosa che ti svuota mentalmente una volta uscito dal campo. Per questo, anche, ho deciso che appena avrò raggiunto gli obiettivi che mi sono prefissato mi ritirerò dal tennis: non voglio fare o far fare ulteriori sacrifici a nessuno”.