ATP Monte Carlo: Federer cede alla distanza, Tsonga vola in semifinale

TENNIS – MONTE CARLO – di LORENZO DI CAPRIO. Jo-Wilfried Tsonga è il terzo semifinalista del Master 1000 in corso sui campi del Monte Carlo Country Club.

Il transalpino ha avuto ragione di Roger Federer con il punteggio di 3-6 6-2 7-5 dopo due ore e sette minuti di partita. Sfiderà il vincente del match tra Gael Monfils e Marcel Granollers.

Poche battute e l’incontro sembra prendere già una piega tattica piuttosto chiara:  entrambi chiedono molto al proprio diritto, cercando di spingere – spesso in inside-out – fin dall’uscita dal servizio. Lo schema, almeno all’inizio, dimostra di pagare a fasi alterne ed entrambi i giocatori approfittano degli errori altrui. Federer è il primo a togliere il servizio, ma nel gioco successivo mette insieme tre gratuiti consecutivi e regala il controbreak a Tsonga. Dal 3-3, però, è ancora Roger a salire di livello mandando in confusione il francese grazie a continue variazioni: il risultato è una serie di tre giochi consecutivi con doppio break. Il primo set recita 6-3 Roger.

Il match, comunque, è ancora lontano dalla sua conclusione. Federer cala al servizio e si trova di fronte ad un giocatore ora più centrato e costante. Tsonga, d’altra parte, limita i suoi errori ma non la forza dei suoi colpi e scappa subito via 4-1. Federer prova a farsi sentire recuperando uno dei due break, tuttavia il francese toglie per la terza volta nel set il servizio all’avversario e chiude 6-2.

All’alba del set decisivo è lecito cominciare a chiedersi la tenuta del menisco di Roger: per sua fortuna, dopo un game (quello dell’1-1) durato nove minuti e mezzo, i giochi vanno via a ritmo di cemento indoor con i servizi che dominano la scena. Sul 5-4 Federer, un doppio fallo seguito da un errore di diritto mandano l’elvetico a due punti dal match: Tsonga, però, non fa tremare il braccio e ripara ai danni con la battuta. La volata finale sorride al francese, che piazza il break a dispetto di un Federer frettolosamente proiettato verso la rete e chiude con freddezza recuperando da 0-30.

Termina così l’avventura del rientrante Federer a Monte Carlo: nonostante l’evidente e giustificato calo fisico a fine match, lo svizzero ha mostrato segnali confortanti in vista dei prossimi appuntamenti. Esulta, invece, un ottimo Jo Tsonga, che domenica potrebbe festeggiare 31 anni sul campo centrale del Principato. La corsa verso la finale, infatti, è tutt’altro che proibitiva.