La Federazione britannica annuncia tagli: grido d'allarme dei tennisti del Regno Unito

TENNIS – “Se continua così, il tennis in Gran Bretagna rischia seriamente di sparire”: molti giocatori britannici hanno manifestato le loro preoccupazioni al “Telegraph” riguardo a dei tagli annunciati dalla Federazione britannica di tennis. Sembra che la suddetta Federazione abbia deciso che dal 1 gennaio prossimo riceveranno bonifici nei Futures solo i tennisti che hanno meno di 19 anni. Sopra quest’età riceveranno un aumento di montepremi solo quelli che vincono il titolo. Dan Cox, numero 8 britannico, ha dichiarato che potrebbe avere problemi a continuare nel tennis professionistico. George Morgan, ex campione dell’Orange Bowl, ha detto senza mezzi termini: “In Gran Bretagna ormai per giocare a tennis o sei ricco o sei Andy Murray”. Il presidente della Federazione, Michael Downey, pensa che in generale siano stati dati troppi soldi ai giocatori e dunque sia meglio premiare solo i migliori: “La nostra missione è di alzare il livello del tennis britannico – ha dichiarato Downey – Stiamo dando ricompense ai nostri migliori tennisti ma da loro ci aspettiamo ancora di più. In certi casi, ci stiamo domandando se il pagamento di bonus sia il modo migliore di investire il denaro”.