Challenger Brescia: italiani tutti fuori, ai quarti Dustin Brown-Troicki

TENNIS – Dal nostro inviato a Brescia ANDREA FACCHINETTI – Rimane senza italiani il “Trofeo Città di Brescia” che ha allineato il tabellone ai quarti di finale.

Sui campi indoor del centro San Filippo il siciliano Salvatore Caruso era uscito mercoledì notte con l’onore delle armi nel secondo turno contro il ceco Jan Hernych al termine di tre set combattuti, ieri sera invece Filippo Baldi non ha retto l’urto dell’esperto Michael Berrer, impostosi col punteggio di 6/4, 6/3. Il 19enne vigevanese, che ha abbandonato da poco tempo Barcellona per tornare in Italia ad allenarsi nel centro federale di Tirrenia, era già felice di avere battuto all’esordio Gianluca Mager; stavolta ha però pagato cara la sua poca esperienza a questi livelli contro un avversario sceso al numero 148 del mondo ma capace di arrivare sino al numero 42 nel 2010.

Prosegue la corsa anche dell’altro tedesco rimasto in corsa: Dustin Brown, testa di serie numero 2, ha sconfitto il bielorusso Uladzimir Ignatik per 7/6, 6/4 e oggi affronterà il serbo Victor Troicki nel match più interessante della giornata. Il tabellone vede nella parte alta dalla sfida fra l’uzbeko che si allena in Italia Farrukh Dustov (6/3, 6/3 ad Andres Artunedo Martinavarro) e il russo Denis Matsukevich, uscito dalle qualificazioni ma ancora brillante protagonista grazie alla vittoria ottenuta nei confronti dell’elvetico Yann Marti per 3/6, 6/3, 6/2. Completano il quadro degli incontri lo statunitense Austin Krajicek e l’ucraino Illya Marchenko.