Aus Open – Stats, 3° turno femminile: brave Pennetta e Muguruza

di GIANCARLO DI LEVA

E’ stata una tornata in cui le migliori hanno proseguito senza particolari patemi il loro cammino ad eccezione della Na Li, finalista lo scorso anno,la quale ha rischiato grosso contro la sempre temibile ceca Safarova (punteggio 1/6 7/6 6/3). Per la favorita n.1 Serana Williams contro la Hantuchova ha ottenuto la 61° vittoria a Melbourne scavalcando così Margareth Court (60). 

Flavia Pennetta la cui presenza sembrava addirittura dubbia alla vigilia, continua spedita il suo cammino. Ha regolato senza tentennamenti la tedesca Barthel con cui non c’erano precedenti, (6/3 6/4) e si prepara alla rivincita Slam con l’altra tedesca Kerber (n.9) che nel 2011 le tolse la soddisfazione di raggiungere le semifinali agli Us Open (sconfitta in tre set per 6/4 4/6 6/3). Con gli ottavi di finale raggiunti ieri, Flavia eguaglia (per ora) il miglior risultato in carriera agli Aus Open risalente al 2011. 

Con il  successo di ieri ,diventano 22 le partite disputate da Flavia in Australia (bilancio 12W/10L). Meglio di tra le italiane solo la Schiavone (33) e la Farina (26).

Garbine Muguruza ricorderà per tutta la vita questa estate australiana che l’ha catapultata in un batter di ciglia alla ribalta del grande tennis. La vittoria di ieri contro la Wozniacki (n.10), è stata convincente a conferma della consapevolezza che la giovane spagnola ha dei propri mezzi. Se la vittoria di ieri era la prova del 10, l’incontro che l’aspetta negli ottavi con la Radwanska è la prova del 5!! (numero della tds della polacca). E’ un incontro da seguire.

Da seguire credo sia anche  l’altro ottavo nella parte bassa del tabellone tra la Jankovic (vincente sulla sorpresa giapponese Nara) e la rumena Halep (11) – che si è sbarazzata facilmente (6/1 6/4) della giapponese Nara, ultima giocatrice proveniente dalle qualificazioni rimasta in gara, e che dopo un inizio di stagione incerto ha ritrovato la vena che le aveva permesso nell’ultima parte del 2013 di bussare alla porta delle Top Ten,traguardo che potrebbe raggiungere già alla fine del torneo.   

A livello complessivo sono rimaste in gara 14 tds di cui 10 delle prime 16 (lo scorso anno furono 9). Il record di 13 risale al 2005 e al 1993.

Agli ottavi  approdano tenniste di 13 nazioni (lo scorso anno furono 9). Con 2 rappresentanti solo gli Usa (S.Williams e la Stephens), la Serbia (Jankovic e Ivanovic) e la Russia (Sharapova e Makarova). Quest’ultima nazione che avevamo segnalato già per il calo di presenze in tabellone (da 13 a 7 in un anno!!) registra analogo fenomeno dopo l’allineamento agli ottavi giacchè lo scorso anno erano ben 5 le russe ancora in gara ;dati che uniti a quelli del settore maschile confermano inequivocabilmente la fase di stanca che sta attraversando il tennis russo.

Ultima notazione: dopo 3 turni la giocatrice più avara è stata la slovacca Cibulkova che ha lasciato alle avversarie solo 9 games (segue Serena con 12).