ATP Shanghai: Federer show in doppio. Ok Haas e Isner

Roger Federer fa subito sul serio al Master 1000 di Shanghai e, insieme al cinese Zhang Ze, delizia il pubblico, concedendo appena tre giochi nel doppio ad Anderson e Tursunov. In singolare Granollers elimina Tipsarevic: affronterà Djokovic. Avanti Haas, Isner e Monfils

In assenza di match importanti nel singolare, l’attrazione della giornata odierna al Master 1000 di Shanghai è stata senza ombra di dubbio l’esordio in doppio di Roger Federer. Il fuoriclasse di Basilea, beneficiario di una wild card in coppia con la speranza di casa Zhang Ze, ha fatto sul serio fin da subito, concedendo le briciole al sudafricano Kevin Anderson e al russo Dmitry Tursunov, sulla carta avversari da prendere con le molle. La sfida è durata meno di quarantasette minuti e si è conclusa con il punteggio di 62 61 per l’inedito duo svizzero-cinese, con Zhang che, nell’occasione, si è rivelato compagno all’altezza. Prossimo impegno nella specialità per Fed-Ex e per il suo giovane partner sarà quello con il croato Ivan Dodig e il brasiliano Marcelo Melo, accreditati della quinta testa di serie.
Oggi Federer è parso davvero impegnato e una perfetta guida per il suo compagno (coppia voluta da federazione cinese per la promozione del tennis in Cina – e anche dalla Nike), che ha messo a segno una serie di risposte vincenti di rovescio, la prima nel primo punto del match. Roger bene invece alla battuta e nel gioco di volo, è tornato a sentire sensazioni di gara dopo un’assenza di oltre un mese.

Passando al torneo individuale, si è definito il primo avversario del campione uscente Novak Djokovic, appena detronizzato da Rafa Nadal nel ranking ATP. Non si tratterà, come si poteva supporre, del suo connazionale Janko Tipsarevic, bensì dello spagnolo Marcel Granollers, che ha superato il Gattuso di Serbia con un doppio 64. Stesso risultato per Tommy Haas, 11esimo del seeding, contro lo statunitense Sam Querrey: per il tedesco secondo round contro Falla oppure Brands.

Avanti a fatica John Isner (n. 14), che ha dovuto recuperare un set al colombiano Santiago Giraldo, proveniente dalle qualificazioni, riuscendo a imporsi con lo score di 46 75 75: il gigante americano se la vedrà con l’argentino Carlos Berlocq. Infine, in una giornata profondamente condizionata dal maltempo, che ha permesso di giocare quasi solo sul campo principale, successo anche per Gael Monfils (63 62 al giapponese Tatsuma Ito, anche lui partito dalle quali): ora, possibile derby con Richard Gasquet, che però deve prima superare l’ostacolo costituito dal canadese Vasek Pospisil.