Atp Challenger Cordenons: Avanzano Starace e Volandri

Giornata molto intensa al challenger di Cordenons dove sono andati in scena tutti gli incontri di ottavi di finale rinviati ieri a causa della pioggia e il completamento del primo turno con l’atteso match fra Lorenzi e Quinzi. La partita non ha avuto storia, il 17enne marchigiano in vantaggio di un break in entrambi i set non ha saputo tenere testa all’esperienza del senese bravo a prolungare gli scambi da fondo campo al termine dei quali ha quasi sempre prevalso Il 6-1 6-2 finale fotografa esattamente l’andamento del punteggio è mostra come Quinzi debba ancora lavorare molto per competere al meglio a livello pro. In apertura di programma lo spagnolo Carreno Busta aveva completato vittoriosamente il proprio impegno contro l’azzurro Caruso per 7-6(5) 6-1, nei quarti incontrerà lo slovacco Gombos vincitore per 6-1 6-0 su Napolitano reduce dalla prima vittoria in carriera nel circuito challenger. Nell’atteso derby fra Volandri e Cecchinato, il livornese ha avuto la meglio per 7-6 (2) 6-1 assaporando la rivincita della finale persa domenica scorsa a San Marino. Cecchinato, dopo un primo set giocato sul filo dell’equilibrio ha pagato a caro prezzo le fatiche accumulate nelle ultime due settimane e ha ceduto di schianto nella seconda frazione. L’ allievo di Fanucci se la vedra’ con il francese Burquier vincitore per 7-5 6-3 di un Giannessi apparso ancora non al meglio della condizione fisica. Prosegue invece a vele spiegate il cammino di Potito Starace che ha regolato con un doppio 6-4 l’austriaco Haider-Maurer n.2 del seeding., senza nemmeno concedere l’ombra di una palla break. Ora per il campano il sorprendente qualificato sloveno, Janez Semrajc, n.587Atp, vincitore in tre set sull’olandese Schoorel. Bene anche Naso che con una prova di grande solidità mentale supera lo spagnolo Lopez Perez con il punteggio di 6-4 6-4. In serata Paolo Lorenzi, campione uscente e primo favorito del torneo, ha staccato il pass per i quarti di finale sconfiggendo il giapponese Taro Daniel sempre con un doppio 6-4.

dal nostro inviato a Cordenons, Cesare Degiorgi