Roland Garros: prime 10 teste di serie maschili ancora in gara

In campo maschile sostanziale rispetto delle gerarchie: approdano agli ottavi le prime 10 teste di serie , la qual cosa nell’Era Open era accaduto solo nel 1969.

C’è da aggiungere che ben 9 dei 16 tennisti ancora in gara sono ultratrentenni a cominciare da Federer (37 anni) e proseguendo in ordine di età con Wawrinka (34), Nadal, Djokovic, Fognini e Monfils (32), e Del Potro, Mayer e Paire (30).

C’è un solo esponente della Next Gen nella versione aggiornata (nati dal 1998) ed è il greco Tsitsipas che era già riuscito nell’impresa agli Australian Open spingendosi fino alle semifinali, costretto alla resa da parte di Nadal che, a sua volta, avrebbe poi subito in finale  una delle sconfitte più severe della carriera per mano di Djokovic.

L’Argentina è la nazione più rappresentata al quarto turno con tre rappresentanti: Del Potro, Leonardo Mayer e Juan Ignacio Londero che oggi affronterà Nadal.

L’Italia resta in pista con Fabio Fognini che non si pone limiti, la qualcosa è quanto mai fondata alla luce di quanto fatto vedere finora. Benché abbia ceduto tre set negli altrettanti incontri disputati (contro Seppi, Delbonis e Bautista Agut), il nostro tennista ha dimostrato una tranquillità invidiabile e una chiara consapevolezza della propria superiorità. Domani incontrerà Alexander Zverev, numero 5 del seeding, e un eventuale vittoria lo avvicinerebbe moltissimo allo storico ingresso tra i top 10 a distanza di 41 anni da quello di Corrado Barazzutti (best ranking al numero 7) che fu il secondo italiano a riuscirci nell’Era Open dopo Panatta che nel 1976 salì fino al numero 4.

Per gli azzurri va segnalata il sorprendente torneo disputato da Salvatore Caruso che, dopo aver superato le qualificazioni, ha eliminato contro pronostico lo spagnolo Munar (n. 53) e il francese Simon (n.33), prima di arrendersi onorevolmente al numero uno del mondo, Nole Djokovic. Per il tennista siciliano, che non aveva mai vinto un match in uno Slam, un salto in classifica di 26 posizioni (dal 147simo al 121simo posto) che lo avvicina sensibilmente alla quota 100.

Altri numeri

3 – I tennisti a non aver ancora perso un set: Djokovic, Federer e Monfils.

6 – Levolte in cui Fognini approda agli ottavi di uno Slam, eguagliando Seppi e Cucelli. Meglio di loro restano ancora Pietrangeli (16), Merlo (9) Panatta (8) e De Stefani.

14 – Gli ottavi di finale disputati a Parigi da Federer e da Nadal. Superato l’americano Budge che ne disputò 13 tra il 1946 e il 1958.

21 – I match finiti al quinto set. Lo scorso anno furono 26 alla fine del torneo.

69 – Le presenze consecutive negli Slam di Feliciano Lopez, recordman della specifica classifica.

77 – La somma degli anni di Karlovic e Feliciano Lopez che si sono incontrati al primo turno. E’ il match più “anziano” dal 1977. Ha vinto il croato che diventa così il vincitore più anziano di un match al Roland Garros dal 1973.

89 – I match vinti finora da Nadal nello Slam parigino a fronte di due sole sconfitte, con Soderling nel 2009 (ottavi) e Djokovic nel 2015 (quarti).

400 – Le partite giocate da Federer nei tornei dello Slam.